Dentro e fuori una cornice

Paolo Dongu espone a Barletta

| di red
| Categoria: Storia
STAMPA
Collettiva Non ci e' permesso di scegliere la cornice delle circostanze che quotidianamente si presentano. Per caso, ascoltando la radio, una voce adulta ma non troppo ha pronunciato questa espressione: da cio' nasce questo progetto di cultura artistica, alternativo nell'approccio che si intende determinare con l'arte contemporanea. Attraverso finestre-cornici, sospese da 4 metri di altezza, l'osservatore inquadrerà l'opera esposta in altra forma, come se fosse una veduta paesaggistica creando profondità. Nell'arte per dipingere occorre uno spazio vuoto, un vuoto in cornice che deve poi portare all'attuazione dell'opera d'arte, anche nel visionare un'esposizione occorrono contesti e cornici specifici, spazi circoscritti da scrutare con occhi e modi insoliti: a tal proposito ci saranno anche cornici vuote che mostreranno le pareti retrostanti da poter prendere e inserire sulle opere esposte. Attraverso un approccio -diverso' si intende avvicinare all'arte contemporanea anche il pubblico piu' giovane attuando laboratori didattici di arte contemporanea e sulla soglia del teatro tenuti da pedagogisti esperti. A termine del ciclo di 4 incontri didattici, nella sala terminale il percorso di Zerouno, sarà allestita un'esposizione concepita nella stessa strutturazione compositiva di quella principale. Il laboratorio didattico consente un approccio diversificato per il target di riferimento, ma funge da stimolo per gli adulti che coadiuveranno i piccoli sperimentatori nell'allestimento della mini esposizione. Durante l'arco espositivo ci saranno proiezioni di creazioni di opere d'arte contemporanea, in particolare si proietteranno video inediti e ricercati su diverse tecniche utilizzate in Italia e all'estero. Il video consentirà al pubblico di avvicinarsi attraverso la cornice di un proiettore all'ideazione,comprensione e realizzazione di capolavori contemporanei. Una cornice delimita cio' che e' dentro e cio' che e' fuori, i lavori di Marinella Campisi, Giuseppe Celi, Paolo Dongu, Loretta Gelmi, Ivan De Menis, Fabio Milani e Grazia Ribaudo indicano cio' che accade all'interno dell'opera e dello spazio divenendo simbolo, metafora, trampolino di lancio. Centro Culturale Zerouno Via Cialdini, 8 - Barletta (BA) orario: Martedì/venerdì 11:00 - 13:00 19:30 - 21:30 domenica e lunedì 19:30 - 21:30 Chiuso sabato (possono variare, verificare sempre via telefono) biglietti: free admittance vernissage: 19 ottobre 2008. ore 20.30 curatori: Commissione Arte Zerouno autori: Marinella Campisi, Giuseppe Celi, Ivan De Menis, Paolo Dongu, Loretta Gelmi, Fabio Milani, Grazia Ribaudo genere: arte contemporanea, collettiva




red

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK