Tra interventi futuri e proposte dei cittadini, ieri il 'Bilancio partecipato'

Molti i temi toccati durante l'incontro

| di a cura della redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ieri pomeriggio nell’aula consiliare si è tenuto l’incontro fra amministratori e cittadini sul Bilancio partecipato.
È stata l’occasione per illustrare gli interventi in cantiere.

EFFICIENZA ENERGETICA. Tra gli obiettivi dell’amministrazione comunale c’è il raggiungimento dell’efficienza energetica nelle scuole. Per questo sugli edifici scolastici saranno installati presto dei pannelli fotovoltaici. «Questo è un primo passo per rendere autonome dal punto di vista energetico le scuole - ha spiegato il sindaco. Restando in tema, stiamo avendo dei buoni riscontri dal progetto della passata amministrazione sull’illuminazione pubblica».

SPORT E AMBIENTE. 180mila euro saranno destinati al percorso vita lungo il torrente Buonanotte. Serviranno alla messa in sicurezza e a renderlo fruibile alle biciclette. I fondi saranno in parte derivanti da contributi statali, in parte dalla permuta di un terreno in via Trignina. L’intenzione è di collegarla alla pista ciclabile. Anche su quest’ultima i progetti non mancano.
Grazie alla disponibilità di fondi regionali specifici, allo studio c’è il raddoppiamento della pista, in modo da farla diventare pedo-ciclabile rendendola più sicura, e il suo prolungamento fino al porticciolo turistico. Il sogno dell’amministrazione, in realtà, è un anello ciclabile intorno a tutta la città, ma per ora è destinato a restare nel cassetto. Intanto un primo tassello potrebbe essere l’estensione della pista all’interno della città. Come annunciato da Chiacchia, soluzioni a riguardo verranno studiate con il piano traffico.
Tra gli altri interventi maggiori c’è l’ammodernamento degli impianti sportivi. Il campo di via Stingi sarà rivestito di erba sintetica e saranno migliorati gli spogliatoi. «Ovviamente – ha precisato l’assessore allo Sport – sono interventi che richiedono anche degli investitori. I progetti ci sono, subito dopo l’approvazione del Bilancio saranno pubblicati i bandi rivolti alle società sportive». Anche la piscina comunale (insieme alla vicina pista di pattinaggio e al campetto) sarà ammodernata, probabilmente arricchita anche con un centro benessere.
Infine, come già annunciato in passato, anche la scuola di via Ripalta sarà dotata di una palestra polifunzionale (progetto da 300mila euro) che potrebbe essere usata nel pomeriggio dalle associazioni che ne fanno richiesta.

PATRIMONIO PUBBLICO. Il primo cittadino sansalvese e gli assessori presenti – Artese, Faienza, Chiacchia e Lippis – hanno fatto il punto anche sulle opere già presenti in città, ma incomplete o in abbandono.
Su parcheggio multipiano e copertura del mosaico si attende a breve la valutazione dei progetti da parte della giuria.
Inutile nascondere che tra le ‘grane’ principali avute in eredità c’è il teatro. Tiziana Magnacca su questo punto non ha nascosto il disaccordo con chi l’ha preceduta: «Per dimensione e location, non posso negare di non condividere le scelte della passata amministrazione. Però, ora il teatro c’è e non bisogna farlo deperire. È costato 3 milioni e ne sono necessari quasi altri 3 per completarlo. Non alzeremo mai le tasse per finire il teatro, ma dalla Regione potrebbero arrivare 200, 300mila euro per rendere dignitosa l’area esterna e fruibile la sala registrazione». Escluso, o comunque molto arduo, trovare investitori esterni. Il sindaco lo spiega ironicamente: «Purtroppo, la struttura, per sua natura, è particolare ed è difficile trovare privati che la gestiscono magari per ricavarvi altro. Non si possono creare solai, ci si può fare solo il teatro o una moschea».

Altro punto caldo è quello dell’ex-caserma dei Carabinieri. Escluso l’abbattimento. Chiacchia: «Nostra intenzione è di acquistarla interamente e vedere se ristrutturarla o affidarla a privati. La delibera verrà presentata a breve.

ISOLA ECOLOGICA. Novità sull’isola ecologica. Entro un mese dovrebbe essere pronto e funzionale il primo lotto del nuovo sito. L’idea, inoltre, è quella di affiancarla a un centro di raccolta e riuso. «Vorremmo creare un centro di riuso – ha spiegato il vicesindaco – perché spesso vengono buttati via mobili e altri oggetti che possono essere recuperati. Con questo centro sarebbe possibile metterli a disposizione a chi ne ha più bisogno».

LE PROPOSTE DEI CITTADINI. Non sono mancate le idee da parte dei cittadini presenti nella sala consiliare, come una maggiore illuminazione e pulizia nella villa comunale (argomento, questo, toccato ampiamente ieri e sul quale torneremo a breve, NdR).
Proposte più articolate sono arrivate da Osvaldo Menna, ieri presente in qualità di rappresentante della Confcommercio. Per Menna, per evitare la desertificazione del centro storico è necessario creare le condizioni per riportare i cittadini ad abitarvi. Tra gli altri interventi richiesti: «Si potrebbe pensare a navette gratuite dalla marina durante tutto il periodo estivo e non solo in occasione della Notte Bianca. Inoltre sarebbe utile abbassare le aliquote Imu per gli esercizi commerciali». Lo stesso Menna, poi, lancia una valida proposta destinata a far discutere: «Sarebbero da studiare i dettagli, ma perché non istituire un premio per chi elimina dal proprio locale le slot machines che rovinano tante famiglie?».

Dagli esponenti locali del Movimento 5 Stelle, invece, un invito all’incoraggiamento della mobilità sostenibile: un incentivo del 10% sull’acquisto di bici elettriche che il commerciante si vedrebbe poi scorporato dalle tasse e l’installazione di rastrelliere per biciclette.
Inoltre, sarebbero da rivedere buona parte dei marciapiedi che attualmente rendono disagevole il transito a chi è su una sedia a rotelle. In molti casi, infatti, nel mezzo del marciapiede ci sono alberi o pali; altre volte le rampe sono troppo ripide e in alcuni punti c’è la rampa di salita, ma non quella per scendere.
L’assessore alla Manutenzione, Lippis ha affermato che ci sono già interventi programmati in questa direzione (oltre ad annunciare l’acquisto già effettuato di 5 rastrelliere per bici), ma il sindaco avverte sulle scelte che bisognerà fare: «Sappiamo che i marciapiedi non rispettano le distanze necessarie. Però, in alcuni punti, poi dovremo fare scelte impopolari come il taglio degli alberi al centro del passaggio».

a cura della redazione

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK