Dall'inizio dell'anno 80 tartarughe morte nel Medio Adriatico, 30 in Abruzzo

A San Salvo un caso il giorno dell'Epifania

| di redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Da inizio gennaio, secondo i dati del portale Geocetus - progetto sviluppato dal Centro Studi cetacei Onlus di Pescara per creare una banca dati georeferenziata degli spiaggiamenti di cetacei e tartarughe marine lungo le coste italiane -, sono un'ottantina gli esemplari di Caretta Caretta trovati morti sulle spiagge del Medio Adriatico: una trentina in Abruzzo, una quarantina nelle Marche, quattro in Molise e cinque in Emilia Romagna.

Solo ieri, le carcasse di due tartarughe Caretta Caretta sono state rinvenute in spiaggia, in Abruzzo, non distanti dalla Torre di Cerrano, una nel territorio comunale di Silvi (Teramo) e l'altra in quello di Pineto (Teramo), mentre altri esemplari morti, stando a quanto risulta al Centro studi cetacei onlus, sempre in giornata, sono stati trovati sulle spiagge delle regioni vicine.

Nella triste conta degli animali spiaggiati c'è anche San Salvo: il 6 gennaio scorso un esemplare morto (nella foto) è stato rinvenuto all'altezza del lido Ancora (leggi).

redazione

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK