200 mila euro di multa per ogni discarica non bonificata 10 comuni nel vastese sotto infrazione comunitaria

La denuncia dell'eurodeputata del M5S Daniela Aiuto

| di Antonia Schiavarelli
| Categoria: Attualità
STAMPA

Incontriamo Daniela Aiuto nella nostra redazione.

Il 15 ottobre scorso con un comunicato stampa, l’eurodeputata del M5S, denunciava lo stato delle discariche sotto infrazione da parte dell’Unione Europea. Infatti con una sentenza del 2 dicembre 2014 la Corte di Giustizia europea, ha condannato l’Italia al pagamento per una multa di 40 milioni di euro a semestre, per non aver bonifica 185 discariche presenti sul territorio nazionale.

Di queste 185 discariche, ben 25 sono in Abruzzo, terza regione per quantità, dietro solo a Campania e Calabria.

Di queste 25 discariche, ben 10 sono nel vastese (Casalbordino, Castiglione M.M., Celenza sul Trigno, Fraine, San Giovanni Lipioni, San Salvo, Torrebruna, Vasto, Monteodorisio). Ogni discarica pagherà una penale di 200 mila euro secondo quanto afferma l’eurodeputata Aiuto, e da quanto si evince dalla documentazione allegata.

Il ministro Galletti il 15 settembre sul Fatto quotidiano affermava «Gli obblighi di messa in sicurezza e bonifica dei siti contaminati, ivi include le discariche abusive da dismettere, gravano in capo al Comune territorialmente competente, ed in caso di inerzia di quest’ultimo, in capo alla Regione che è il responsabile di ultima istanza per la realizzazione dell’opera di bonifica o messa in sicurezza».

Delle 10 discariche nel vastese, volendo fare riferimento solo al territorio di nostro stretto interesse, sembrerebbe che solo tre abbiano in corso lavori di bonifica, quella di San Salvo, Monteodorisio e San Giovanni Lipioni, ma corrono comunque il rischio d’essere multate in quanto i lavori non sono ancora terminati. 

A San Salvo, I lavori per la bonifica della RSU iniziati nel 2013, fermi per diversi mesi tra novembre 2014 e marzo 2015 per motivi, secondo quanto appreso dall’ufficio ambiente, legati al maltempo, fanno si che ad oggi i lavori non siano ancora terminati.

Il vastese conta ben 13 discariche nell’anagrafe regionale dei siti a rischio potenziale, di queste ben 10 sono sotto infrazione europea.
Poi ci sono i siti non ancora rilevati di cui abbiamo già parlato sul nostro sito (leggi), le cui condizioni di sicurezza, da noi denunciate ai limiti, sono state ad oggi ripristinate, con la sola recinzione, il piano di caratterizzazione è ancora lontano dal divenire.

Il M5S intanto ha presentato una Risoluzione al Consiglio Regionale, che impegna la Regione Abruzzo all’adozione del Piano Regionale per le bonifiche.

Di seguito l'intervista all'eurodeputata Daniela Aiuto.

Riprese Marco Sciullo 

Intervista di Antonia Schiavarelli

Antonia Schiavarelli

Documenti (2)

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK