Una scuola sempre più aperta all’Europa

Il "Mattioli" di San Salvo conferma la sua vocazione europeista con innumerevoli progetti di mobilità che coinvolgono studenti e docenti

| di Panfilo D'Ercole
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

La costante apertura verso una comune prospettiva di crescita, che non resti ingabbiata negli angusti confini nazionali, è il faro guida dell’attività progettuale che il Mattioli di San Salvo ha sviluppato e concretizzato negli ultimi anni. I programmi di formazione, con una particolare attenzione alle nuove frontiere dell’alternanza scuola-lavoro nella quale quest’Istituto ha svolto un’attività pionieristica, vede protagonisti sia gli studenti che i docenti, i quali hanno beneficiato di corsi ed incontri dal profilo altamente qualificante.

Già nello scorso novembre, a Salonicco, una delegazione di docenti ha avuto l'opportunità di partecipare al corso di formazione "EDUpreneurship – Entrepreneurship in Education", inerente al programma Erasmus KA1. Le tematiche del meeting erano relative al rapporto tra imprenditorialità e scuola, attraverso simulazioni e applicazioni pratiche che miravano a consolidare conoscenze e abilità imprenditoriali, da trasferire agli studenti in relazione alle opportunità presenti sul nostro territorio.

Lo scorso marzo invece, a Barcellona, le attività di formazione del progetto “Towards the Dual System”, hanno visto i docenti coinvolti in approfondimenti sulle politiche del Fondo Sociale Europeo, sull’Alternanza Scuola Lavoro e sull’inclusione, nella condivisione di buone pratiche ed opportunità di mobilità attraverso una cooperazione trasversale tra le organizzazioni e il sistema di educazione giovanile. Il secondo appuntamento del progetto, appena conclusosi a Valencia, ha insistito, attraverso seminari e incontri presso le aziende tra cui la Pilkington, sulle modalità di utilizzo dell'Alternanza Scuola-Lavoro nell’orientare in modo concreto i nostri studenti verso il futuro lavorativo.

E c’è grande attesa infine per il progetto Erasmus+ “Crossing Borders - Strategic skill to enhance social affaire and inclusion”strutturato dall’ARCI Nuova Associazione di Chieti e dalla LKL Onlus di Vasto, al quale il Mattioli ha aderito unitamente ad altri istituti superiori della provincia, e che vedrà la mobilità, nel mese di settembre 2018, di 20 studenti per ogni scuola, i quali avranno l’opportunità di misurarsi con una esperienza medio-lunga di integrazione e di impegno lavorativo presso aziende selezionate dalle organizzazioni partner in paesi quali Irlanda, Portogallo, Spagna, Francia, Germania e Malta.

Si tratta di una prospettiva solida e di lungo respiro, che vedrà il Mattioli di San Salvo ancora una volta in prima fila nella progettazione europea e nell’intento di offrire ai docenti strumenti sempre più in linea con le esigenze di una scuola “europea” e agli studenti opportunità formative concrete e proficue.

Panfilo D'Ercole

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK