Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Bollette luce e gas tra le spese più ingenti: la situazione in Abruzzo e come risparmiare

| di Elena Montaldi
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

 

In tempi di crisi, la regola del risparmio è diventata un diktat per la maggior parte delle famiglie in Italia. Non è una missione facile, perché il bilancio familiare contempla numerose spese essenziali, dunque complesse da tagliare. Spesso, però, è comunque possibile intervenire per raggiungere questo obiettivo. Ad esempio agendo sulle bollette e quindi sulle spese relative al consumo di luce e di gas. Non a caso si tratta delle voci di costo che più di tutte pesano sul portafoglio delle famiglie della Penisola. Farne a meno è ovviamente impossibile, ma nulla ci vieta di intervenire per tagliarle, in modo da risparmiare molti soldi ogni mese. Una necessità che emerge anche a causa degli aumenti vissuti dal costo dell’energia.

 

Consumi energetici e spese: la situazione in Abruzzo

 

L’Abruzzo figura fra le regioni che, più di tutte, consumano energia elettrica e gas: anche la questione relativa alle spese medie per famiglia vede la suddetta regione fra le più impegnate. Qual è la situazione in Abruzzo, in relazione ai consumi energetici e alle conseguenti spese? Secondo le rilevazioni di settore, le famiglie abruzzesi consumano in media 3,2 kilowattora, fino ad arrivare ad un massimale di 3,3. Il costo annuo dell’elettricità in bolletta è pari a circa 624 euro: nonostante un calo rispetto al 2016 pari a 16 euro, i costi sono ancora fra i più elevati in Italia. Anche per quanto concerne il gas la situazione non è positiva: l’Abruzzo è infatti la regione prima in classifica in quanto a spese medie. Si parla di circa 806 euro annui, stavolta in aumento rispetto alle rilevazioni effettuate nel 2016 (791 euro, +1,9%).

 

Come risparmiare grazie al mercato libero

 

È comunque possibile ridurre i consumi in entrambi i settori: le bollette possono tirare un sospiro di sollievo grazie alle opportunità concesse dagli operatori del libero mercato. Infatti, da quando il mercato è stato liberalizzato, c’è molta più concorrenza fra gli operatori e questo chiaramente fa sì che i fornitori propongano tariffe più interessanti. Ma non solo: il nuovo mercato ha anche portato a un notevole aumento dei fornitori in sé. Sono nate moltissime nuove aziende di energia: basti pensare alla Coop che ha recentemente fondato Accendi Luce e Gas, un operatore energetico fondato sui valori della trasparenza e la tutale dell’utente. È dunque importante dare uno sguardo alle tariffe del mercato per capire se si sta spendendo sopra alla media ed eventualmente decidere di passare a un fornitore più conveniente.

 

Consigli utili per abbattere i consumi in casa

 

L’installazione delle valvole termostatiche, insieme al conta-calorie, è un ottimo sistema per risparmiare sui consumi relativi al riscaldamento. Per quanto riguarda l’elettricità, invece, si consiglia di ricorrere a prodotti come le lampadine LED e gli elettrodomestici di classe energetica alta, come quelli A+++. Bisogna poi imparare ad utilizzare correttamente queste fonti di energia: mai lasciare il riscaldamento acceso quando si esce di casa, e la stessa regola vale per le luci. Inoltre, si consiglia di acquistare degli infissi termo-protettivi e di chiudere sempre porte e finestre: ciò consentirà la conservazione delle temperature interne della casa. Infine, è meglio utilizzare solo i fornelli piccoli per la cottura dei cibi.

 

 

 

Elena Montaldi

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK