Notte di San Lorenzo: come e dove vedere le stelle cadenti

Massima visibilità nella notte tra il 12 e il 13 agosto

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

Agosto è il mese per eccellenza più adatto all’osservazione delle stelle cadenti: sta per arrivare la notte di San Lorenzo. Pronti ad esprimere desideri? Le Perseidi, conosciute anche come le Lacrime di San Lorenzo, sono uno dei fenomeni astronomici più famosi e le condizioni per osservarle saranno ideali proprio in questa parte dell’anno. Questo fenomeno, per tradizione, è legato al martirio di San Lorenzo, la cui ricorrenza si celebra il 10 di agosto, ma il picco di visibilità delle stelle cadenti, è previsto tra il 12 e 13 agosto. Lo sciame delle Perseidi è originato dalla cometa Swift-Tuttle, scoperta nel 1862 e l’ultimo passaggio risale al 1992. La velocità con cui le meteore impattano l’atmosfera terrestre è pari a circa 59 km/s.

Come osservare le stelle cadenti –  Per un’osservazione ideale, occorre cielo buio, nella seconda parte della notte fino all’alba, occhio nudo. Non c’è bisogno infatti di particolari strumentazioni, ma bastano gli occhi. L’evento sarà seguito in Italia come di consueto, con molte iniziative. In condizioni ideali, quindi cielo stellato e buio, lontano dalle città, si possono osservare anche un centinaio di meteore ogni ora. La presenza della Luna, se piena, può disturbare le osservazioni, ma quest’anno la Luna sarà nuova l’11 agosto, quindi non darà fastidio all’osservazione. Sebbene il picco di massima visibilità delle Perseidi non sarà nella notte fra il 10 e l’11 agosto, ma in quella fra il 12 e il 13 agosto.

 

Redazione

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK