Lavoratrice licenziata dalla Pilkington nel 2015, la Cassazione: “Va reintegrata e risarcita”

| di Redazione
| Categoria: Attualità
STAMPA

In data 14/10/2019 è stata depositata la sentenza n 25799/2019 con la quale la Sezione Lavoro della Suprema Corte di Cassazione presieduta dal Dr Vittorio Nobile ha confermato l’illegittimità del licenziamento inflitto dalla Pilkington Italia Spa nei confronti della Dr.ssa Laura Lugetti.

La ricorrente (assistita dall’Avv Emanuele Pagliaro del Foro di Chieti) era stata licenziata il 03/06/2015 per aver denunciato alcuni dirigenti di rilievo della Società per il reato di falsa testimonianza nel corso di una causa di lavoro.

La Corte d’Appello aveva condannato la Pilkington Italia al reintegro nel posto di lavoro della Dr.ssa Lugetti ed al risarcimento del danno nonché al rimborso delle spese processuali dei due gradi giudizio.

La Società di San Salvo aveva quindi ritenuto di rivolgersi alla Suprema Corte ricorrendo contro la sentenza di Appello, ma anche quest’ultima le ha dato torto.

Redazione

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK