Matteo Lozzi sin da piccolo diceva: "Voglio diventare carabiniere"

Storia del fondatore dell'ANC "Salvo D'acquisto" a San Salvo

| di Maria Napolitano
| Categoria: Personaggi
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Il 10 settembre del 1988 nasceva l'Associazione Nazionale dei Carabinieri di San Salvo sezione "Salvo D'Acquisto". Sono trascorsi esattamente 30 anni da allora e tanti sono i contributi e i servizi che sono stati offerti a questo territorio.

L'Anc di San Salvo fu fortemente voluto e fondato e da un ex carabiniere in congedo nel 1988 e venuto a mancare il 28 gennaio 2018. Il suo nome era Matteo Lozzi.

Ma chi era Matteo Lozzi?

Ultimo di cinque figli, nato a termoli il 4 febbraio del 1935 in una famiglia contadina, quando la mamma aveva 45 anni. Da bambino alzava la manina e diceva: "Io voglio diventare un carabiniere". I genitori non volevano e così nell'età adolescenziale viene avviato all'attività da muratore. Quell'antico desiderio non si placa e appena Matteo raggiunge la maggiore età, nel 1954, si arruola e parte alla volta di Torino. Quella era l'epoca in cui per diventare carabiniere l'arma andava a indagare sul passato della famiglia fino alla settima generazione : doveva essere integerrima! Le stesse indagini venivano fatte anche per le fidanzate con cui volevano convolare a nozze.

La prima destinazione è stata Mestre, una cittadina in cui si trova benissimo e dove ha cominciato ad acculturarsi leggendo la "Divina Commedia", "I Promessi Sposi" e tantissimi altri libri. Per stare più vicino ai genitori che stavano diventando anziani chiede il ravvicinamento. Viene assegnato alla stazione di Roccaspinalveti, un paese completamente sperduto: per andare e tornare a Termoli occorrevano due giorni di pullman! Appena arrivato, il piantone quando lo vede gli chiede: "Che cosa hai combinato che ti hanno sbattuto qui?".

Lozzi era un'appassionato di mezzi di trasporto (motocicletta, Campagnola e mezzi veloci) e prendeva sempre delle patenti di cui l'Arma teneva conto per l'assegnazione dei vari servizi. Tra il 1958 e il 1959 lo trasferiscono a San Salvo dove conosce colei che è diventata sua moglie, Nicoletta Travaglini, figlia di "Peppin" la guardia. Ma all'epoca l'arma non consentiva che un carabiniere poteva fare servizio dove c'era la fidanzata e così lo trasferiscono prima a Popoli e, in seguito, siccome aveva preso la patente per la Campagnola, a Farindola.

Appena raggiunge i fatidici 30 anni prescritti dall'Arma per contrarre matrimonio, Matteo sposa la sua Nicoletta. "Piansi quando arrivai a Farindola e piansi quando me ne andai" - racconta la moglie - stavo lontano dal mio paese e dalla mia famiglia! Dopo una settimana il paese era letteralmente invaso dalla neve. Col tempo ebbi modo di affezionarmi a questo paese e ad apprezzare anche la neve che era uno spasso per i nostri due figli Lucia e Giuseppe". Un giorno con la campagnola, Lozzi e altri colleghi, dovevano soccorrere una donna che doveva partorire e stava avendo seri problemi. A un certo punto dovettero fermarsi con la macchina per la troppa neve e raggiungere la casa della donna a piedi. Improvvisano una barella con i ceppi e i tronchi che trovano sulla neve e riescono a trasportare la partoriente fino alla Campagnola per poi condurla in ospedale. Grazie a Dio sopravvissero mamma e figlia. Il servizio a Farindola era h24: Lozzi era un importante punto di riferimento non solo per la stazione ma anche per tutti gli abitanti del paese soprattutto perché era uno dei più acculturati carabinieri presenti al paese. Andavano a suonare anche a casa a qualsiasi ora e per qualsiasi esigenza.

Dopo un pò era divenuto insostenibile questo lavoro sopratutto perché toglieva troppo tempo alla famiglia. Prende la patente per la guida veloce e lo trasferiscono alla Radiomobile di Atessa dove rimane per 8 anni fino al 5 marzo del 1976 quando Matteo Lozzi si congeda dall'Arma dei carabinieri e si trasferisce con la famiglia a San Salvo. Dopo un pò si pente di essere andato in pensione così presto perché amava profondamente quel lavoro. Si iscrive immediatamente alla sezione di Chieti dell'Associazione Nazionale dei Carabinieri e nel 1988, coinvolgendo anche altri carabinieri in pensione, costituisce la Sezione ANC"Salvo D'Acquisto" a San Salvo.

Maria Napolitano

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK