Luoghi da visitare: la costa dei Trabocchi e il senso dell'infinito

Galleria fotografica di Nicola Palma Ucci

| di Maria Napolitano
| Categoria: Territorio
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Viene denominata costa dei Trabocchi il tratto di costa abruzzese del litorale Adriatico che si snoda lungo la Strada statale 16 da Francavilla al Mare fino a San Salvo ed è caratterizzata, oltre che da panorami e scenari variegati e in alcuni tratti quasi mozzafiato, dalla presenza del trabocco, una vecchia macchina da pesca su palafitta. Sono tutte località appartenenti al territorio della Provincia di Chieti.

Ortona fa un po’ da spartiacque tra la continuità e linearità proprio della cosiddetta città adriatica che si sviluppa in maniera più o meno continua da Ortona fino a Rimini e la fascia costiera che si caratterizza tra vallate e colli che, terminando sul mare, danno vita a paesaggi e ambienti naturali di vario genere. Oltre alle sue spiagge protette si possono scoprire anche angoli suggestivi cittadini come il Castello Aragonese. Una delle sue più belle spiagge è quella di Punta dell’Acquabella, all'interno della Riserva di Punta dell’Acquabella. Si tratta di una spiaggia di ciottoli e acqua turchese protetta da una falesia che scende fino al mare. E' qui che si trova il primo trabocco.

Lungo il litorale di Ortona è molto raccomandata la spiaggia di Ripari di Giobbe dal mare cristallino, faraglioni di roccia che salgono fino ad una falesia verde.

A seguire lungo questa costa si incontra San Vito Chietino, un paese che sorge su una collina rocciosa che si allunga fino al mare, da dove si può scorgere il paesaggio che dalla Maiella al Gran Sasso arriva fino a Vasto e osservare diversi trabocchi. Qui c'è la spiaggia di Calata Turchino che prende questo nome proprio dal colore del mare. Nelle vicinanze potete raggiungere le spiagge selvagge di Rocco Mancini e Valle Grotte.

Il percorso continua con Rocca San Giovanni dove il trabocco sulla spiaggia ricorda il paziente lavoro del traboccante che all'alba gettava le reti in mare. Una delle sue spiagge più caratteristiche è la spiaggia del Cavalluccio, protetta da una scogliera, ed è caratterizzata da un trabocco ancora funzionante ed un faraglione. 

A Torino di Sangro si possono ammirare la Lecceta, il Fiume Sangro, il Cimitero Militare Britannico e il lungomare si presta a delle romantiche passeggiate sul lungomare.

A Fossacesia la Marina si sviluppa lungo la costa dove si trova una piccola baia, il Golfo di Venere, con le spiagge fatte di ciottoli e a nord il litorale roccioso di Punta Cavalluccio, punteggiato dai caratteristici trabocchi. La spiaggia si caratterizza per i ciottoli bianchi che si alternano a sabbia finissima.

Casalbordino si trova a brevissima distanza dalla spettacolare costa rocciosa della Riserva Naturale Punta Aderci che è situata nel confinante comune di Vasto, conosciuta anche come la piccola Normandia. All’interno vi sono diverse spiagge molto suggestive e tra queste la Spiaggia di Mottagrossa, una distesa di ciottoli con mare turchese.

San Salvo è' l'ultimo comune che fa parte della suggestiva costa dei Trabocchi, con un litorale fatto di sabbia e un mare pulito.

Maria Napolitano

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK