Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Consorzio ICEA

Condividi su:
Il Consorzio Costruttori Edili Abruzzesi nasce a metà anni 80 ad opera di quasi tutte le Imprese edili di S. Salvo. Viene da subito presieduto da Gino Raspa, che vi dedica anima e corpo, coadiuvato da Angiolino Chiacchia, Angelo De Cinque, Gino Del Casale, Mario Ialacci, Rocco Daniele e da tanti altri costruttori e titolari di imprese artigiane locali. La parte amministrativa e contabile è curata da Francesco Trailo, che si accredita da subito come punto di riferimento importante e, forse, indispensabile per i soci. L'operazione più grossa ed impegnativa che il Consorzio realizza è la zona PEEP a S. Salvo Marina, facendo nascere dal nulla un intero quartiere, nuovo ed attrezzato, pieno di verde e di vita. Tanti altri sono gli interventi che l'ICEA inventa, permea, consolida sul piano costruttivo - edile, su quello finanziario e su quello delle opere pubbliche sia in Città che nel resto della Regione Abruzzo. A noi interessa non tanto parlare delle opere materiali di queste Imprese associate, quanto della mentalità che Raspa e i suoi collaboratori riescono a far passare tra i soci e, più in generale, tra la propria categoria. Riteniamo che l'Icea abbia avuto un ruolo innovativo per diverse ragioni che elenchiamo: · Ha respinto ogni tentativo di strumentalizzazione politica da qualunque parte proveniente, rivendicando sempre la propria autonomia ed indipendenza, attraverso quel testardo ed encomiabile orgoglio artigiano del lavoratore che con sudore si è fatto da sé e che quindi non svende la propria dignità; · Ha eliminato quella diffusa gelosia tra concorrenti e l'ha sostituita con un fattivo spirito collaborativo, per cui, oggi più di ieri, i soci del Consorzio sono prima di tutto amici e colleghi, anche di famiglia; · Ha creato un soggetto economico forte e solido in Città che sta avviando anche operazioni con società di capitale, trasferendo la cultura dell'impresa associata anche nella vicina Vasto che costruttori in passato li aveva esportati più che importati; · Ha dimostrato che la Cooperazione può funzionare anche senza affiliarsi ai santuari nazionali cooperativistici e senza litigi in ogni rinnovo di cariche, come purtroppo a lungo è successo in altre nostre realtà cooperative, seppure di settori diversi da quello edile; · Ha creato una classe dirigente e imprenditoriale. Per queste ragioni a S. Salvo il Consorzio ICEA è entrato nella storia economica e il suo gruppo dirigente è entrato o si è consolidato nella storia sociale. Per questi elementi di novità la direzione di Gino Raspa e collaboratori con le relative linee strategiche dei costruttori edili locali, associati tra loro, si ascrive tra gli eventi che fanno parte della storia di questa città.
Condividi su:

Seguici su Facebook