La Provincia dimentica di approvare i piani di prelievo: sospesa la caccia alla starna

| di Francesco Bottone
| Categoria: Attualità
STAMPA

Dopo quello sul piano di abbattimento dei cinghiali, la Provincia colleziona un altro flop, relativamente al prelievo della starna.
«I cacciatori del Chietino non potranno andare a caccia alla starna poiché la Provincia ha “dimenticato” di approvare il piano di prelievo di questo selvatico», tuona Roberto Lalli, dirigente vastese dell’Enalcaccia e già presidente dell’Atc Vastese. In base al calendario venatorio, infatti, la caccia alla starna è possibile da domani e fino al 30 novembre, ma solo in presenza di piani di prelievo proposti dagli Atc e approvati dalla Provincia. Il dirigente del servizio Caccia e Pesca, l’ingegner Moca, ha comunicato che fino a quando l’Ispra non si pronuncia sui piani proposti, la caccia alla starna è sospesa, dunque vietata. «Il parere dell’Ispra non era necessario, - chiude Lalli - credo sia un escamotage per giustificare la dimenticanza da parte del consigliere delegato Staniscia».                         

Francesco Bottone

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK