Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Lippis sul degrado nei parchi: «Il verde pubblico è di tutti

Presto sarà potenziata ulteriormente la videosorveglianza

a cura della redazione
Condividi su:

«Lo spazio pubblico è di tutti, non è un “luogo di nessuno”». Così Giancarlo Lippis, assessore alla Manutenzione, esordisce sul degrado dei parchi comunali – documentato in articolo di sansalvo.net di qualche giorno fa – richiamando tutta la cittadinanza a preservare gli spazi comuni. I parchi comunali sono sempre più visti come terra di nessuno e così è diventa difficile per l’amministrazione correre tempestivamente ai ripari.

Lippis, poi, spiega qual è il modus operandi dell’amministrazione per evitare situazioni simili: «I dipendenti comunali fanno un giro dei parchi quotidiano, spesso anche io personalmente controllo le varie aree verdi. Stiamo facendo di tutto per mantenere alto il decoro della città, nonostante le poche risorse gravate anche da impegni di spesa passati pari a 580mila euro pagati tutti entro il primo gennaio 2013. Sulle singole situazioni descritte nell’articolo, in Comune non è arrivata nessuna segnalazione, altrimenti saremmo subito intervenuti. Ora abbiamo già provveduto al ripristino dei luoghi. Colgo l’occasione per invitare tutti i cittadini a segnalarci i problemi di ogni genere».

VIDEOSORVEGLIANZA - Dopo la pubblicazione del servizio in molti hanno chiesto l’uso delle telecamere per contrastare il vandalismo e l’inciviltà. Su questo punto l’assessore annuncia un prossimo potenziamento della videosorveglianza fissa e mobile: «Abbiamo ereditato un impianto non all’avanguardia, ma presto lo implementeremo grazie al finanziamento regionale. Sicuramente, tra le prossime zone coperte ci sarà il cimitero, dove fino a qualche tempo fa gli atti vandalici sono stati all’ordine del giorno. L’intenzione è di partecipare anche ad altri bandi per migliorare sempre più il sistema. Intanto è in funzione la telecamera mobile contro l’abbandono dei rifiuti. È gestita dalla Municipale che ogni giorno acquisisce i filmati. Ne vorremmo acquistare altre due».

BIBLIOTECA ALL'APERTO - Tra i luoghi sempre al centro dell’inciviltà c’è la villa comunale, sulla quale Lippis pensa a progetti ambiziosi: «La villa comunale puntiamo a farla diventare una biblioteca all’aperto, dotandola (insieme ad altre parti della città) della rete wi-fi. Intanto, entro fine ottobre avremo i primi interventi sul decoro urbano nel centro storico che completeranno di volta in volta».

DECOROURBANO.ORGPer le segnalazioni è possibile usare anche il sistema decorourbano.org adottato dall’amministrazione comunale in seguito alla proposta del Movimento 5 Stelle.
Per Lippis c’è stato un sensibile calo nelle segnalazioni e il motivo è presto detto: «Appena è uscito abbiamo ricevuto tante segnalazioni, ora sono scese grazie alla nostra opera di prevenzione e vigilanza».

Condividi su:

Seguici su Facebook