Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Consorzio Icea, Spadano e la maggioranza rispondono al centrosinistra

È 'guerra' di comunicati stampa

a cura della redazione
Condividi su:

È sempre più 'guerra mediatica' a colpi di comunicati stampa tra maggioranza e opposizione sul contenzioso Icea. Se per più di un mese, nonostante la notizia della sentenza, il centrodestra non ha rilasciato dichiarazioni e il centrosinistra ha tenuto un atteggiamento cauto, ora la situazione è ribaltata.

La prima 'uscita ufficiale' è stata quella del sindaco Tiziana Magnacca, che in conferenza stampa ha annunciato battaglia con il recupero del credito da parte del Comune. Una posizione e una sicurezza che si sono notevolmente ridimensionate nell'ultimo consiglio comunale, dove a causa delle assenze, la delibera di riconoscimento dei debiti fuori bilancio e ricognizione dei crediti non è passata.

I gruppi di centrosinistra (SanSalvoDemocratica e Pd), così, hanno subito attaccato accusando la maggioranza di dilettantismo e divisioni interne. 
A stretto giro arrivano le risposte del presidente del consiglio comunale (che si 'sdoppia' firmandone una di proprio pugno e una a nome del suo monogruppo consiliare) e delle tre liste di maggioranza che pubblichiamo di seguito.

SPADANO: «SONO SSD E PD A DOVERE DARE SPIEGAZIONI - A leggere le dichiarazioni del segretario politico e del gruppo del Pd, oltre che del gruppo Ssd, in merito all'ultimo consiglio comunale di San Salvo c`è da rimanere esterrefatti.
Dal loro dire sembrerebbe che questi, passando per San Salvo in questi giorni sono venuti a conoscenza di un problema, quello dell'Icea, e che, nulla sapendo in proposito,  avendo assistito distrattamente alla seduta del Consiglio comunale del 12 dicembre hanno espresso la loro posizione, prendendosela con la maggioranza di centrodestra che, secondo loro, ha irresponsabilmente portato all`attenzione del Consiglio una questione che andava trattata diversamente.
La triste verità invece è che queste persone sono gli artefici di una vicenda che da circa 25 anni ha messo il comune di San Salvo in contrasto con l'Icea, una loro creatura, per motivi che costituisce un mistero, come un mistero rimane il motivo della caduta dell`amministrazione Marchese, e che ora si cerca addirittura di addossarne le colpe all'attuale amministrazione che si trova a rimettere a posto i cocci.
Vorremmo far notare sia al Pd che a Ssd che sono loro a dovere dare spiegazioni ai cittadini di San Salvo sul motivo che ha portato il Comune a trovarsi nella condizione di dovere all`ICEA la somma di 4.400.000 euro, dopo un contenzioso che è durato 25 anni, visto che in questi anni sono stati sempre loro ad amministrare San Salvo.
Vorremmo inoltre far notare loro che questa vicenda va affrontata con responsabilità e con serietà, senza cercare di servirsi delle solite litanie politiche per confondere le idee a quanti non conoscono i fatti.
La gente oggi non vuole più essere presa in giro e molti esprimono giudizi pesanti su questi comportamenti. Sappiano comunque i rappresentanti del Pd e quelli di Ssd che il centrodestra non li seguirà sul terreno dello scontro sterile e che, dopo che avrà responsabilmente affrontato il problema Icea, chiarirà anche le responsabilità politiche di quanti oggi sembrano volersi dichiarare estranei a questa vicenda.

Eugenio Spadano

«UN DEBITO DI 225 € A TESTA» - Sul contenzioso Icea il Partito Democratico e San Salvo Democratica stanno rigirando la frittata, con una tecnica da grandi maestri della menzogna, soprattutto dopo l’ultimo consiglio comunale.
Pd e Ssd dimenticano di ricordare che se si è giunti a tanto solo e soltanto per la responsabilità di chi negli ultimi vent’anni ha amministrato il Comune di San Salvo producendo un debito di oltre 4 milioni e 400 mila euro. La cattiva gestione della gestione del contenzioso Icea da parte del centrosinistra ha fatto ricadere sulla testa di ogni cittadino di San Salvo un debito 225 euro a testa, bambini in culla compresi. In tutto questo tempo non sono stati in grado di trovare una soluzione.
Solo l’attuale amministrazione guidata dal sindaco Magnacca ha saputo ricostruire l’intera vicenda, che presenta molti misteri e tanti lati ancora oscuri. Centrosinistra che ha precise responsabilità e continua a giocare con la politica più becera capace solo di mettere in difficoltà il Comune di San Salvo.
Pd e Ssd sono loro che devono dare le risposte ai cittadini e spiegare la loro incapacità di gestire i rapporti con il Consorzio Icea e soprattutto cosa si nasconde dietro tutte le cause e con i loro costi legali a livello di giustizia ordinaria e amministrativa. Con i loro comunicati stanno solo continuando a prendere in giro i cittadini di San Salvo che sono stanchi delle frottole del centrosinistra.

San Salvo Città Nuova
Lista Popolare
Il Popolo della Libertà

Condividi su:

Seguici su Facebook