Il reportage del Movimento 5 Stelle sulle barriere architettoniche sansalvesi

Marciapiedi e pavimentazione non a norma in gran parte della città

| di Antonino Dolce
| Categoria: Attualità
STAMPA

Fotogallery: clicca sulle immagini per ingrandirle

printpreview

Ieri il Movimento 5 Stelle con una nota ha chiesto chiarimenti agli assessori Angiolino Chiacchia e Giancarlo Lippis (e a margine al presidente del consiglio comunale, Eugenio Spadano) riguardo alcuni buoni propositi manifestati dalla giunta alcuni mesi fa e durante l'incontro sul bilancio partecipato.

Tra i punti elencati dal Movimento c'è quello delle barriere architettoniche di San Salvo protocollato a giugno. Gli attivisti, con l'aiuto di un concittadino diversamente abile hanno percorso le strade principali fotografando gli ostacoli che impediscono a chi è costretto su una sedia rotelle di vivere serenamente la città.
Il quadro che ne viene fuori non è confortante: racconta di una comunità cresciuta velocemente non adeguando la propria urbanistica alle esigenze di tutti. Ancor più sconfortante è notare come gli impedimenti si trovino anche su marciapiedi 'messi a norma' (a questo punto un eufemismo) di recente o comunque in anni durante i quali l'abbattimento delle barriere architettoniche è diventata una priorità delle amministrazioni di ogni grado (vedi via Duca degli Abruzzi).

Diversi i casi eclatanti che - come anche scritto dallo stesso M5S - assumono la forma di una presa in giro nei nei confronti dei diversamente abili. In molti casi gli scivoli dei marciapiedi sono presenti solo da un lato delle strisce pedonali. Ancor più evidente è il totale non rispetto di qualsiasi norma di un marciapiede del centro storico largo solo qualche centimetro: una striscia rialzata difficilmente percorribile anche dai normodotati. Infine, il M5S ha constatato che anche molte attività commerciali non vanno incontro ai propri cittadini su una carrozzella.
Un ulteriore segnale che a San Salvo su questo fronte c'è ancora molto da fare.

Di seguito il rapporto del Movimento 5 Stelle presentato in Comune e alcune delle foto scattate. Per il reportage completo è possibile scaricare il pdf in fondo.

NO BARRIERE ARCHITETTONICHE!!!

Con questo breve dossier intendiamo portare a conoscenza la Giunta e l’intero Consiglio Comunale sullo stato dei marciapiedi delle principali strade della nostra Città.
Grazie all’aiuto e alla disponibilità del nostro concittadino Giampaolo Gatti, abbiamo scattato qualche foto e abbiamo appuntato tutte le criticità riscontrate nelle seguenti strade.

C.so Garibaldi
Su C.so Garibaldi abbiamo riscontrato molteplici problemi.
Il problema più grande riguarda gli scivoli di ingresso ai marciapiedi, che in alcuni casi sono presenti ma troppo ripidi, in altri casi sono presenti per l’uscita da un marciapiede, ma poi sono assenti per rientrare nel successivo, e ciò risulta quasi una presa in giro per una persona disabile.
Un altro problema è lo scarso numero di attraversamenti pedonali, che dove presenti, sono sprovvisti di scivoli, quindi inutilizzabili da un diversamente abile.
Nella Parte centrale del nostro Corso (nei pressi dell’incrocio con Via S. Nicolas de Port), abbiamo con stupore scoperto che uno degli alberi ha alzato la pavimentazione del marciapiede, rendendolo pericoloso per una persona costretta a percorrerlo in carrozzina. In questi casi, dispiace dirlo, ma l’unica soluzione è l’abbattimento degli alberi inadatti al decoro delle strade, essendo dei vegetali con radici superficiali.

C.so Umberto I
Su C.so Umberto non avremo nulla da dire se l’isola pedonale restasse così com’è, ma siccome girano voci sulla riapertura di questa arteria, vorremmo far riflettere sulla non-fattibilità di questa idea, visto lo stato dei marciapiedi che sono su questa storica strada.
Tutti infatti risultano inutilizzabili da una persona diversamente abile, o da un passeggino. È facile notare la quasi totale assenza di scivoli, la loro larghezza insufficiente per il passaggio di qualsiasi “mezzo” dovuta soprattutto al posizionamento dei lampioni che stringono di molto il passaggio.
Insomma viene facile dire L’ISOLA PEDONALE NON SI DEVE TOCCARE..

Via Roma
Quanto detto per C.so Umberto vale anche per la parte pedonale di Via Roma.
Mentre per la parte carrabile abbiamo notato l’assenza di scivoli di ingresso ai marciapiedi, l’assenza di scivoli in prossimità dei passaggi pedonali, che rendono quasi impossibile l’attraversamento a persone disabili

Villa Comunale (Parte non ristrutturata)
Per quanto riguarda la parte “vecchia” della villa comunale, da qualche anno è sotto gli occhi di tutti la sua pericolosità, sia per le persone disabili che percorrendola rischiano il ribaltamento, sia per i normodotati che invece rischiano le caviglie.
Le betonelle sono ormai dissestate dalle radici superficiali dei Pini Marittimi che la adornano e creano un vero percorso a ostacoli.
Siamo a conoscenza della situazione finanziaria non facile delle Amministrazioni dovuta al folle bavaglio del patto di stabilità, però crediamo che prima di fare qualsiasi investimento, sia necessario terminare la messa in sicurezza della Villa Comunale, che è comunque un patrimonio della nostra Città.

Via Duca degli Abruzzi
Su Via Duca degli Abruzzi abbiamo pressoché riscontrato gli stessi problemi delle altre strade, nonostante i marciapiedi siano stati da poco ristrutturati e “messi a norma”, risultano evidenti in molti casi l’assenza di scivoli negli attraversamenti pedonali, molti scivoli di ingresso ai marciapiedi difficilmente superabili a causa della loro ripidità.
Via Montegrappa.
Per quel che riguarda Via Montegrappa, abbiamo deciso che era inutile presentare fotografie, in quanto per la sua totalità i marciapiedi, dove presenti, risultano inutilizzabili.

Vorremmo inoltre dire qualcosa sulle attività commerciali presenti nel Centro Storico, non faremo nomi, ma abbiamo tristemente notato che la maggior parte di essi risulta inaccessibile a una persona disabile, quindi non rispettano le norme di accessibilità che sono attualmente in vigore.
Infine facciamo notare, come ci è stato detto dal nostro amico Giampaolo, che ove presenti gli scivoli, nella gran parte dei casi è presente anche un piccolo gradino di 1-2 cm, che risulta essere fastidiosissimo per chi utilizza una carrozzina tradizionale, mentre può diventare un insormontabile ostacolo per coloro che utilizzano mezzi meccanici.
Certi di aver svolto un lavoro utile a rendere la nostra bella Città più vivibile a chi è meno fortunato di noi, confidiamo sulla fiducia e sulla voglia di Voi tutti, e vi chiediamo di intervenire al più presto per rendere la Nostra San Salvo una Città VIVIBILE davvero per tutti.

Antonino Dolce

Documenti (1)

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK