Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Tiziana Magnacca: «Lo Stato non getti la spugna nel Vastese»

Critico il primo cittadino sulla possibile chiusura dei presidi di Polizia

a cura della redazione
Condividi su:

Il sindaco di San Salvo Tiziana Magnacca raccoglie con preoccupazione l’appello lanciato da Nicola Di Sciascio, segretario generale provinciale del sindacato di polizia Coisp, in merito alle indiscrezioni sui prossimi tagli nel nostro territorio di presidi della Polizia di Stato.

In particolare con un colpo di spugna verrebbero chiusi la sottosezione della Polizia stradale di Vasto e il posto fisso della Polizia ferroviaria presso la stazione di Vasto-San Salvo che «sulla dorsale adriatica rappresenta la seconda più grande dopo quella di Pescara».

«È necessario che tutto il territorio del Vastese si attivi per far sentire la propria voce nelle sedi competenti e in particolare con il Prefetto e il Questore di Chieti che, a quanto mi risulta, dovranno dare il loro parere» dice il sindaco di San Salvo.

Si ribadisce come San Salvo, Vasto e il Vastese siano zone di confine molto sensibili, come ci racconta la cronaca quotidiana, e di come sia necessario che la cittadinanza avverta anche fisicamente la presenza dello Stato per la difesa di questo territorio di frontiera.

«Mi auguro – conclude il sindaco Magnacca – che sia il Prefetto Rocco De Marinis e sia il Questore Barboso si attivino per far mantenere la sottosezione di Vasto Sud e il posto fisso nella stazione di Vasto-San Salvo perché punti fermi di riferimento per i cittadini».

Condividi su:

Seguici su Facebook