Furti di frutta e ortaggi, agricoltori costretti a restare nei campi

'A ruba' le prime pesche della stagione

| di Il Messaggero Abruzzo
| Categoria: Attualità
STAMPA

Si dorme in campagna a San Salvo. Non è l’ultima tendenza green, ma una risposta all’ondata di furti nei campi. Nelle ultime settimane gli episodi si sono moltiplicati. I ladri prediligono frutta e ortaggi. Se all’inizio del mese di maggio fece notizia il maxi-furto di carciofi, ora a finire nel mirino sono le pesche per le quali San Salvo è famosa anche fuori dai confini nazionali.

Le zone più colpite sono quelle al confine con il Molise, a ridosso della Statale 650. La tecnica è ormai consolidata: in pochissimo tempo i malviventi riescono a portare via ingenti quantità di frutta. È presumibile che intervengano in un numero sufficiente per riempire velocemente il mezzo usato. Per raggiungere i campi le strade sono in buone condizioni e passare con un furgone tra gli alberi disposti in filari per far man bassa dei rami non troppo alti è abbastanza agevole.

L’ultimo caso è di due giorni fa: un ettaro di terreno ripulito. Anche la fuga è facilitata dalla vicinanza alla Trignina, alla Statale 16 e all’autostrada A14: sono queste le strade principali che alimentano i mercatini abusivi di frutta e verdura. Gli agricoltori della zona puntano l’indice contro l’assenza di controlli. La probabilità che i carabinieri – in perenne crisi d’organico – di notte passino anche nei campi è davvero remota. L’unico rimedio è quindi quello di restare fino a tarda notte in campagna e – nei casi più estremi – tornare a dormire nelle masserie.

Il Messaggero Abruzzo

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK