Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Inchiesta sui Vigili, gli agenti non rispondono al giudice

I legali: «aspettiamo di conoscere gli atti»

a cura della redazione
Condividi su:

I quattro agenti della Polizia municipale di San Salvo si sono avvalsi della facoltà di non rispondere. Benedetto Del Sindaco, Carmela Alba Felice, Dino Di Fabio e Angela Monaco - finiti agli arresti domiciliari il 27 maggio scorso nell'ambito dell'inchiesta delle Procure di Vasto e L'Aquila e della Guardia di Finanza - sono comparsi questa mattina dinanzi al gip Romano Gargarella (della Direzione Distrettuale Antimafia) nel capolugo abruzzese.
I legali che assistono i vigili urbani coinvolti, Giovanni Cerella, Fiorenzo Cieri e Clementina De Virgiliis, vogliono attendere prima gli atti e le 'carte' dell'inchiesta.

Contestualmente, è stata presentata l'istanza di remissione in liberta (o, in subordine, di attenuazione della misura cautelare) al gip e al Tribunale del riesame dell'Aquila perché - sempre secondo i legali - non sussiterebbero il pericolo di inquinamento delle prove, di fuga o di reiterazione dei reati ipotizzati. Il gip, su questo punto, ha preso 5 giorni di tempo per decidere.  

I reati contestati sono: «Associazione a delinquere, peculato, falso, abuso d'ufficio, accesso abusivo al sistema informatizzato del Pubblico registro automobilistico, minaccia a pubblico ufficiale e violenza a terzi soggetti a conoscenza dei fatti, al fine di impedire l'accertamento dei delitti da loro commessi e l'esistenza del connubio criminale in essere tra loro».

Condividi su:

Seguici su Facebook