Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Un anno fa l'insediamento di don Michele Carlucci, l'intervista

Condividi su:

Il discorso di insediamento di don Michele Carlucci di giovedì 12 settembre 2013 è indicativo della spiritualità con cui egli ha portato avanti il suo ministero in questo anno a San Salvo. «…non ho né oro e argento ma porto ciò che ho di più prezioso che mi è stato dato Gesù Cristo. Vengo nel suo nome per alimentare la fiamma di amore fraterno che arde in ogni cuore... L’arcivescovo mi invita ad essere più diplomatico,  più soft, più  carezzante, più cerimonioso, ma io non ho savoir  faire. So bene che il compito di un  presbitero è di guidare e non di seguire la massa... Desidero essere stimolo profetico per dire al mondo che il nostro futuro dipende dal riconoscere la sovranità di Dio...».

Don Michele è autore di tre libri in cui sono esplicitati questa sua spiritualità: L’amicizia salvezza del momento, All’Eucarestia discepoli, dall’Eucarestia apostoli e Testimoni gioiosi e credibili del Vangelo.

L’intervista

A quando risale la sua ordinazione sacerdotale?
Al 14 agosto del 1979

Cosa ha fatto sì che lei scegliesse Cristo nella sua vita?
La mia vocazione è stata determinata dalla presa di coscienza dell’ignoranza della maggior parte delle persone sulla religione e sulla fede.

Secondo lei oggi nell’era dell’informatica e della globalizzazione, Gesù come si esprimerebbe e quali strumenti utilizzerebbe per annunciare la buona novella?
Sicuramente utilizzerebbe un linguaggio semplice, chiaro e incisivo. Molto probabilmente adeguerebbe le parabole ai tempi di oggi. Di sicuro userebbe tutti gli strumenti di comunicazione di oggi. Ovviamente ne farebbe un buon uso!

Cosa pensa della comunità di San Salvo?
San Salvo è una realtà 'multietnica'. I veri sansalvesi sono davvero pochi. La maggior parte degli abitanti provengono da paesi, regioni e nazioni diverse e ognuno ha le sue tradizioni. Per cui non esiste un identità propria e omogenea. Molti dei miei parrocchiani nel fine settimana se ne tornano nei loro paesi. In questo contesto sarà difficile creare una vera comunità o per lo meno ci vorrà un sacco di tempo. Se posso fare un paragone è come se in India si volesse mettere insieme caste diverse.

Quali sono gli appuntamenti della parrocchia dopo la pausa estiva?
Innanzitutto il catechismo per la preparazione alla prima Comunione. Da quest’anno la preparazione per questo importantissimo sacramento comincerà dalla prima elementare e fino alla quinta elementare.

Ai tempi di oggi i bambini (e di conseguenza i genitori che li devono accompagnare) hanno tanti impegni e questo prolungamento degli anni di preparazione alla comunione non può essere causa di allontanamento dalla fede?
Innanzitutto in ogni luogo dove sono stato è sempre stato così. Se qualcuno si allontana non è per il troppo catechismo ma perché non ha ancora incontrato Cristo e viene come in un'agenzia specializzata in articoli religiosi. Gli incontri per la preparazione alla prima comunione cominceranno il 6 ottobre e si terranno il lunedì, mercoledì e venerdì dalle ore 15 alle ore 16. Per coloro che fanno il tempo pieno venerdì dalle 16.30 alle 17.30 per quelli della terza elementare e il sabato dalle ore 9.30 alle 10.30 per i bambini di prima e seconda elementare. Gli incontri per la preparazione alla cresima inizieranno l’8 ottobre per i ragazzi delle scuole medie nei giorni martedì e venerdì dalle ore 16 alle ore 17. Mentre per gli altri gli incontri inizieranno il 13 ottobre e ci saranno il lunedì alle 20.30.
Ogni primo venerdì del mese c’è l’adorazione per l’intera giornata dalle 9.30 fino ore 18 (orario estivo) /17.30 (orario invernale). Gli altri venerdì c’è l’adorazione dalle ore 15.30 alle ore 18 (orario estivo) /17.30 (orario invernale).
Gli orari delle messe sono: feriale (estivo) ore 18/ (invernale) ore17.30 sabato prefestivo- festivo ore 9 e ore 11.
Nella parrocchia esistono due grandi realtà: l’azione cattolica e Gerico, un centro di ascolto che offre tantissimi servizi di volontariato ogni primo venerdì del mese alle ore 18 presso la sede parrocchiale Maria Giulia Moretta.

Condividi su:

Seguici su Facebook