Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Rimosso l'amianto nel Vallone del Pencio

Ad un mese dalla nostra denuncia i lavori sono stati svolti questa mattina

Condividi su:

Sono iniziati questa mattina alle 8, i lavori di rimozione dell’eternit in contrada Vallone del Pencio. Dopo la denuncia tramite il nostro sito del signor Alessandro Daniele (leggi) infatti, l’amministrazione comunale si è fatta carico dei lavori, che sono stati affidati alla ditta Ecologica Valtrigno di San Salvo.

Sul posto con il titolare della ditta incaricata Leonardo Matrangelo, si è recato anche il dottor Marisi della Asl Lanciano-Vasto, per appurare che i lavori fossero eseguiti a regola d’arte e con le misure di prevenzione previste per legge.
I costi dell’intera operazione ammontano a circa 1.700 euro, sostenuti dall’amministrazione, che si rifarà su coloro che verranno imputati dell’atto al termine delle indagini.

L'assessore all'ambiente Angiolino Chiacchia, fa in merito un appello, a tutti i cittadini, «I cittadini denuncino atti come questi, che arrecano danni economici e alla salute di tutta la comunità, recatevi in comune o presso i carabinieri, ma denunciate».

Chiediamo al signor Mastrangelo, quali sono i costi di smaltimento e rimozione dell’eternit per un privato: «I costi possono variare, a seconda delle condizioni in cui troviamo il materiale da rimuovere e a seconda di dove si trova, molte sono le spese burocratiche, il lavoro tuttavia può essere svolto per una cifra che varia tra i 13 e i 15 euro al mq».

I lavori di smaltimento di questo tipo di materiali sono molto complicati e onerosi proprio per il pericolo che possono arrecare; per questo è importante non sottovalutare il danno che si può infliggere non solo alla natura, deturpandone il paesaggio, ma alla nostra stessa salute.

Sono diverse le leggi redatte, l’ultima in ordine cronologico il  Decreto Salva Italia che definisce i metodi per accedere alle detrazioni fiscali per lo smaltimento dell’amianto. Anche la Regione Abruzzo, stanzia annualmente dei fondi, l’ultimo scaduto il 1 luglio 2014.

Condividi su:

Seguici su Facebook