Consiglio Comunale: approvata la torre-faro del porto di San Salvo

La torre accoglierà una foresteria, ristoranti, uffici

| di Antonia Schiavarelli
| Categoria: Attualità
STAMPA
printpreview

Erano solo tre i punti all’ordine del giorno del consiglio comunale di ieri, ma la discussione è stata intensa e animata, soprattutto da parte dell’opposizione che ha fortemente criticato il presidente del consiglio comunale Eugenio Spadano, per non aver accolto come punti all’ordine del giorno, alcune mozioni proposte, secondo il presidente, in ritardo rispetto ai termini richiesti dal regolamento.

Dopo aver dato seguito all’approvazione dei verbali delle sedute precedenti, il consigliere Gabriele Marchese, chiede nuovamente chiarimenti, riguardo la vicenda dei nuovi iscritti al centro diurno anziani. 27 nuove iscrizioni - secondo il consigliere - sarebbero state inserite dopo la scadenza dei termini previsti da due assessori. Interviene il sindaco, affermando che l’intervento dei due assessori è stato richiesto dall’addetta responsabile del centro diurno e che nessuna lista di nuovi iscritti è stata presentata dagli stessi, in quanto i nomi e le quote erano già state presentate in precedenza, senza che però si fosse provveduto all’iscrizione.

Terminata la risposta, si è intrapresa la discussione sulla variante al piano regolatore, per dar seguito all’approvazione del progetto per la realizzazione di strutture a servizio delle attività diportistiche della società ‘Le Marinelle’, divenuta socio maggioritario del porto turistico.
L’intenzione della società, è quella infatti di costruire, una foresteria (posti letto che accolgano i diportisti), un ristorante, dei locali da adibire ad uffici, dei locali per attività commerciali, ed un’area adibita alla vendita di mitili di 240x170 cm. La torre faro che accoglierà il tutto, sarà costruita su quella lingua di terra, che attualmente definisce il limite a sud della nostra spiaggia, una struttura alta 12 mt..

Due emendamenti in merito sono stati proposti dal consigliere del Partito Democratico, Arnaldo Mariotti: uno inerente lo stralcio della costruzione della torre-faro, che a suo avviso costituirebbe uno scempio paesaggistico per le nostre spiagge e un sovrapporsi a strutture di privati già esistenti, andando contro l'assunto del DPR 106/2010 art. 8; l’altro inerente la possibilità di ampliare il box relativo la vendita del pescato, di dimensioni troppo piccole.

Il sindaco Tiziana Magnacca, in risposta al consigliere, ha affermato che la visione dell’attuale maggioranza è quella di rendere remunerativa una struttura che finora è stata un peso per tutta la città. Essendo stato già approvato nel 2009, il progetto della torre-faro, dallo sportello unico per le attività produttive (SUAP), un eventuale stralcio di tale progetto non sarebbe giusto.
Il consigliere Mariotti nella sua dichiarazione di voto, ha replicato che il consiglio è sovrano e qualora decidesse che l’opera in questione non fosse giusta, nulla ostacolerebbe tale posizione. Gli emendamenti vengono dunque posti a votazione e bocciati.

Il progetto così come proposto dalla società ‘Le Marinelle’, passa a maggioranza, con dieci voti a favore e tre contrari, quelli del consigliere Arnaldo Mariotti, Angelo Angelucci e Gabriele Marchese.

NELLE IMMAGINI UN RENDERING DEL PORTO DOPO GLI INTERVENTI PREVISTI

Antonia Schiavarelli

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK