Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Vendono beni in rete, ma sono irreperibili dopo il pagamento: due denunce

La Polizia anticrimine di Vasto ha rintracciato i due truffatori

redazione
Condividi su:

Diverse le denunce al commissariato della Polizia di Vasto riguardanti reati informatici perpetrati nei confronti di chi è solito effettuare acquisti on line.

VENDITORI IRREPERIBILI - Il personale del Settore Anticrimine, dopo la denuncia, ha ricostruito la falsa vendita di uno smartphone. «Il truffatore - spiegano dal comissarriato di Vasto - aveva attivato un account sul noto sito internet Elleshop.it, all’interno del quale proponeva la vendita di un telefono cellulare di ultima generazione per euro 430, prezzo assolutamente allettante. La vittima, interessata all’acquisto, si poneva subito in contatto con il proponente concordando il pagamento sulla carta Postepay del venditore che naturalmente forniva tutte le coordinate necessarie per effettuare il versamento. Dopo averlo effettuato, non vedendosi recapitare la merce acquistata, la vittima cercava di contattare nuovamente il venditore che nel frattempo aveva provveduto ad interrompere ogni forma di contatto, rendendosi irreperibile».
Dopo la denuncia del truffato, le indagini hanno reso possibile identificare il possessore della carta, un 35enne di Napoli con diversi precedenti.

 

Caso simile per un altro utente della rete convinto di aver comprato 4 cerchi in lega per auto al costo di 280 euro. Anche in questo caso la merce non era giunta a destinazione e il venditore risultava irreperibile dopo l’avvenuto pagamento.
Gli accertamenti effettuati dalla polizia, subito dopo la denuncia della vittima, hanno evidenziato che l’autore del fatto aveva moltissimi precedenti per reati contro il patrimonio e per truffe, perpetrate con le stesse modalità. In questo caso il truffatore è un 25enne che risiede nel Pescarese.

Tutti e due gli autori del raggiro sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per il reato di truffa.

Condividi su:

Seguici su Facebook