Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Ascom Abruzzo a convegno per il Parco dei Trabocchi

Sabato convegno con il commissario del Parco Giuseppe De Dominicis

| di Antonia Schiavarelli
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

La Ascom Abruzzo, ha organizzato lo scorso sabato un interessante convegno dal titolo: Parco dei Trabocchi: Natura, Sviluppo e Futuro, in collaborazione con il WWF e Legambiente, che ha visto la partecipazione di numerose associazioni ed amministratori degli otto comuni interessati. Relatore di riferimento il commissario ad acta del Parco, Giuseppe De Dominicis. Il commissario ha fatto innanzitutto un excursus storico della storia della costituzione del parco. Fu infatti nel 2001 che ebbe tutto inizio e subito fine, data la richiesta di incostituzionalità subito opposta dalla regione Abruzzo nel 2002, in quanto non vennero interpellati i territori. La costituzione del parco, non ha avuto vita facile, tuttora non è stata ancora completata la sua perimetrazione.

I timori degli agricoltori, che lo stesso commissario ha cercato di dipanare, rendono la sua costituzione un terreno di guerra, tra chi crede che sia possibile uno sviluppo agricolo anche all’interno dei vincoli di un Parco, così come ha affermato anche il presidente di Legambiente Giuseppe Di Marco e chi come il sindaco di Torino di Sangro Silvana Priori, crede che le clausole di salvaguardia, impediranno il giusto sviluppo agricolo delle sue terre.

Interventi interessanti, da parte di un pubblico non di circostanza. Alessandro Sonsini, professore presso la facoltà di architettura di Pescara e autore della trasmissione Talenti e Territori ha richiesto che gli interventi siano uniti da una visione, da un progetto. Gaetano Basti della rivista D’Abruzzo, ha invocato una maggiore celerità. I trabocchi sono un elemento caratterizzante le nostre coste, dal 2001 ad oggi ben tre sono scomparsi, compreso il più importante quello del Turchino, citato nelle opere dannunziane. Chiude chiedendo al presente sindaco di Ortona come sia compatibile con il parco un silos da 25.000 mc. contenente GPL, nel porto di Ortona.

Bella iniziativa organizzata dal presidente della Ascom Abruzzo Angelo Allegrino, che ha avuto il merito di far confrontare le due anime del parco e di farle dialogare. Sono solo otto i comuni che compongono il parco: Ortona, San Vito, Rocca San Giovanni, Torino di Sangro, Fossacesia, Casalbordino, Vasto, San Salvo, hanno inoltre formalizzato la richiesta di entrare a far parte del parco anche i comuni Termoli e Campomarino. Il presidente della Ascom di San Salvo Carmine Venezia, da noi interpellato, sottolinea l’importanza di San Salvo quale comune di congiunzione tra le due regioni e si dice dispiaciuto dell’assenza dei nostri amministratori, nonostante l’invito.

Antonia Schiavarelli

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK