Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Primi spiragli di 'normalità' alla marina

Il sindaco: «Da domani chiude il Centro Operativo Comunale»

redazione
Condividi su:

 

«Domani si procederà a chiudere il Coc (Centro operativo comunale) attivato sin da giovedì pomeriggio per la situazione emergenziale», lo dichiara il sindaco di San Salvo, Tiziana Magnacca.

La fase acuta dell'emergenza è passata e iniziano ora la conta dei danni e dei giorni che separano la marina dal ritorno alla normalità. Via Paolucci è ormai transitabile, l'enorme cantiere allestito per il pompaggio dell'acqua sta per essere smantellato.
All'interno dei diversi complessi residenziali già da questa mattina sono iniziati i viaggi dei carrattrezzi che hanno portato via le prime automobili alluvionate. I proprietari di appartamenti e attività commerciali hanno cominciato la lunga opera di pulizia. Ci vorrà molto tempo (domani ampio servizio su sansalvo.net sulla situazione all'interno del complesso residenziale).

Il Comune di San Salvo ha diffuso il seguente comunicato: «Il primo ringraziamento ai Vigili del Fuoco e ai volontari delle Protezioni civili, al personale comunale e alla Polizia Municipale: tutti si sono prodigati in questi giorni, con sacrificio e grande professionalità, per fronteggiare un’emergenza la cui portata è stata straordinaria.

Come da procedura del Piano di emergenza comunale abbiamo attivato tutte le protezioni civili che, anche senza sollecitazioni, si sono messe a disposizione e che si devono sentire chiamate in maniera responsabile in prima linea ogni volta ci verificano emergenze del genere. Nessuno si deve sentire un eletto, ma coinvolto per amore di San Salvo.
Ora ci dobbiamo impegnare tutti per tornare alla normalità, non prima di aver fatto la conta dei danni e di aver sollecitato la Regione Abruzzo ad attivare le procedure per la richiesta dello stato di calamità con i relativi indennizzi. La Regione ed il Governo sono chiamati a farsi carico di San Salvo e dei danni subiti da tutta la città: San Salvo Marina, le campagne, la zona industriale, le strade cittadine.

Mentre ancora si lavora per far defluire l’acqua, abbiamo iniziato e finito il lavoro di ripristino della Strada Statale 16 (altezza rotonda Buonanotte), mentre continua la verifica degli alberi pericolanti. L’obiettivo è di tornare il prima possibile alla normalità ed iniziare prontamente la stagione turistica.
Nella serata di oggi gli ingressi del complesso Le Nereidi saranno liberi da acqua e saranno praticabili.

Sin da questa mattina si è avuto un incontro con il Commissario del Consorzio di Bonifica per una verifica sullo stato del Torrente Buonanotte e si è provveduto a convocare un tavolo presso il Comune di San Salvo per pianificare e condividere con Regione, Provincia, Comune di Vasto e Anas (per i canali di salvaguardia della SS16)  i necessari interventi.

Dopo i disagi che hanno colpito molti quartieri di San Salvo, la corrente elettrica è tornata in tutta la città. La situazione peggiore a San Salvo Marina dove sono stati riportati danni anche dalle cabine elettriche e dove per giorni si è dovuto fronteggiare un acquitrino composto da milioni di metri cubi di acqua».

Condividi su:

Seguici su Facebook