Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

D'Alfonso spiazza tutti, deleghe a M5S

D'Alfonso, a Bracco Cultura, Estetica e Creatività

Condividi su:

Il presidente della giunta, Luciano D'Alfonso (Pd), apre alle opposizioni con proposte legate a importanti deleghe di governo. In apertura dei lavori del Consiglio regionale che dopo la pausa invernale a Pescara, è tornato a riunirsi all'Aquila, il governatore ha proposto al consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, Leandro Bracco, la delega a Cultura, Estetica e Creatività in attuazione di un disegno strategico annunciato «è giusto impegnare tutto il Consiglio regionale».

D'Alfonso ha anche messo a disposizione delle opposizioni la competenza per la Contabilità della Ricostruzione post-terremoto dell'Aquila facendo intuire dalle sue parole che l'incarico possa ricadere sul consigliere regionale di Forza Italia, Gianni Chiodi, sfidante alle elezioni regionali dello scorso anno, e dopo il terremoto commissario per la Ricostruzione.
D'Alfonso ha anche annunciato che nella prossima seduta del Consiglio regionale formulerà una terza proposta alle opposizioni.

Nel motivare l'invito a Bracco, D'Alfonso ha spiegato che le motivazioni nascono dal fatto di averlo conosciuto e stimato nell'attività fin qui svolta. Bracco, nel prendere la parola per replicare a D'Alfonso, ha accettato l'incarico «a patto che io rimanga nel Movimento 5 Stelle e perché questo non sia do ut des».

«Mi sta passando la palla - ha detto Bracco a D'Alfonso -, se lei rispetta la mia volontà di rimanere nel Movimento 5 Stelle per rispetto ai 145 mila abruzzesi che ci hanno votato e a quelli che mi hanno votato, accetto la delega che mi sembra importante».

D'Alfonso, nel riprendere la parola, ha accettato le condizioni di Bracco che, in una pausa del Consiglio regionale, ha spiegato che «D'Alfonso, aprendo alle opposizioni, sta scrivendo la storia dell'Abruzzo perché invece di spartire gli incarichi nell'ambito della maggioranza, sta deparlamentarizzando il parlamento regionale».

Condividi su:

Seguici su Facebook