Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

PD Sel e Psi preoccupati per l'isola pedonale e la scuola media

Condividi su:

Martedì scorso il Pd, Sel ed il Psi, si sono incontrati presso la sede del Partito Democratico per continuare un percorso comune definito e condiviso riguardo al futuro di San Salvo.
Tra i tanti argomenti discussi, si è posta attenzione su alcuni in particolare.
In controtendenza con tutte le città e cittadine italiane, dopo la piazza, un altro pezzo dell'isola del centro storico ad oggi risulta riaperto al traffico veicolare impedendo una passeggiata tranquilla e sicura a quanti ne usufruiscono (ci risulta che ci siano stati dei near miss - quasi incidenti dall'apertura di Via San Giuseppe), e non bastasse si sta causando la rottura della pavimentazione certamente non appropriata e adatta all'uso carrabile.
Ci chiediamo a chi sia stata pagata stavolta la "cambiale" elettorale ed auspichiamo che sia ripristinata al più presto la chiusura totale al traffico veicolare dell'area pedonale.
Altre sarebbero le misure necessarie per ravvivare il commercio nel centro storico, ad esempio una politica fiscale tesa a ridurre l'Imu per chi affitta a prezzi calmierati, sgravi per chi decide di avviare un'attività commerciale in centro (dall'ultimo bilancio, pare che economicamente il Comune di San Salvo può permetterselo), l'eventualità di spostarvi uffici  pubblici, ad esempio perché non ricollochiamo al centro della città gli uffici del SUAP utilizzati da decine di tecnici e cittadini dell'intero comprensorio?
Inoltre ci preoccupa non poco, causa la messa in sicurezza della scuola media della quale ribadiamo essere pienamente favorevoli, il trasferimento nella sede provvisoria di via Pertini: ci siamo chiesti se sarà disponibile nei tempi promessi e se avrà i requisiti di agibilità necessari alla sicurezza e al comfort di 650 alunni, oltre al personale docente e non docente.
Ci chiediamo se la struttura garantisce i requisiti di confort termico ed acustico; se i laboratori saranno garantiti e se la palestra avrà i requisiti per essere chiamata tale.
Ne dubitiamo molto, e rileviamo il fatto che non sia nemmeno stato chiesto presso la Provincia di Chieti (ufficialmente) di adeguare (con costi simili alle spese che noi comunità andremo a sostenere per la sede provvisoria) e spostare gli alunni presso l'IPSIA, consentendo all'intera comunità sansalvese di ritrovarsi un patrimonio pubblico in più senza sperperare somme di denaro destinati ad una sistemazione temporanea.
Speriamo solo che il Sindaco non sia "costretta" all'uso di Ordinanze per poter permettere ai nostri figli di andare a scuola.
Chiediamo inoltre di considerare molto attentamente anche il problema della viabilità intorno all'area, come già richiesto anche dal Consiglio d'Istituto della stessa scuola, al fine di evitare nella maniera più possibile eventuali investimenti di piccoli pedoni.
Infine, abbiamo ribadito la volontà generale di tutti noi per partecipare alla costruzione di un programma comune e condiviso in vista del 2017, per lavorare e discutere di come immaginiamo e vogliamo San Salvo e di come intendiamo si debba governare seriamente una città; selfie, proclami e pagamenti di dazio della destra lasciano il tempo che trovano e non risolvono i problemi.

I Partiti PD SEL PSI
 

Condividi su:

Seguici su Facebook