Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Il sapore fresco della torta al limone di "Za Minucc"

Una ricetta che ha 30 anni

| di Maria Napolitano
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA
printpreview

Venticinque anni fa conobbi Filomena Di Casoli, da tutti chiamata zia Minuccia. Era ed è una donna straordinaria (oggi ha 92 anni) che accoglieva gli altri con tutto il cuore e con una disponibilità davvero rara. In poco tempo organizzava a casa sua una serata con venti, trenta persone come se nulla fosse; e se il tempo lo consentiva, impastava la pasta e cucinava uno di quei piatti che aveva il sapore della sua bontà: pasta e fagioli. Molte persone venute da Pescara e Lanciano e che hanno partecipato a una di quelle serate ricordano ancora il sapore di quel piatto forse proprio perché fatto con tanto amore.

Un anno dovevamo organizzare un addio al nubilato di una nostra amica e non sapevamo dove farlo. Lei trovatasi per caso nel discorso disse: “e che problema c’è lo facciamo a casa mia”. Era il primo addio al nubilato a cui partecipavo e non aveva niente a che fare con quelli a cui ho partecipato negli anni successivi. Fu una serata di cui conservo ancora un dolce ricordo perché vissuto da tutte nella gioia per una cosa bella che succedeva a una della comitiva.

Con zia Minuccia oltre a confermarmi l’importanza dell’ “ospitare con amore” trasmessomi dal mio papà, quando l’ho conosciuta condividevamo la passione nel fare i dolci e senza nessuna forma di gelosia ci scambiavamo le ricette. Le sue ricette erano scritte su tanti foglietti sparsi e così le regalai un ricettario su cui avevo trascritto le sue e le mie ricette. Ogni volta che ci incontravamo lei mi mostrava sempre quel tesoro che custodiva gelosamente.

Venticinque anni fa mi diede questa ricetta della torta al limone che ha un sapore freschissimo ed è sempre stata gradita da chiunque l’abbia assaggiata anche da chi solitamente non ama i dolci.

Ingredienti.
Per la pasta frolla: 350 grammi di farina, 150 grammi di burro, 150 grammi di zucchero, la buccia di un limone, 2 uova e una bustina di lievito. Zucchero a velo per guarnire.

Per la crema: 200 grammi di zucchero, la buccia di un limone, 60 grammi di fecola di patate, succo di due limoni, un uovo e mezzo litro di acqua.

Amalgamare farina e zucchero e aggiungere poi il burro sbriciolato e gli altri ingredienti; farne un panetto e lasciar riposare in frigo.

Preparazione. In una pentola amalgamare zucchero, fecola, buccia limone e aggiungere l’uovo, il succo dei limoni e l’acqua; far addensare sul fuoco dolce e girare continuamente.

Riprendere il panetto di pasta frolla e dividerlo in due in modo che una delle due parti risulti leggermente più grande. Stendere il pezzo più grande in una teglia a cerniera rivestita di carta da forno e facendo in modo di stendere anche sul bordo in modo che si ricrei quasi un cesto. Versarci la crema e ricoprire con altro disco di sfoglia steso col mattarello su un foglio di carta da forno.

Infornare a 170° per 40 minuti circa. Sfornare aprire il cerchio della teglia, trasferire delicatamente sul vassoio e cospargere con zucchero a velo.

Maria Napolitano

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK