Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Consorzio di Bonifica: Leombroni incarico con scadenza

L'idroelettrico e risanamento del debito, gli obiettivi del neo commissario

Condividi su:

E’ con un decreto del Presidente della Regione del 2 settembre 2015 che il Geom. Giampiero Leombroni è stato nominato nuovo Commissario regionale del Consorzio di Bonifica Sud in sostituzione del dimissionario Arch. Sandro Annibali.

Uomo di fiducia del Presidente della Regione Luciano D’Alfonso le cui vite professionali e politiche corrono parallele dalla provincia, al comune di Pescara, poi la carriera nella Toto Spa.

Leombroni viene presentato ufficialmente ai dipendenti del Consorzio di Bonifica Sud il 2 settembre, dall’assessore alle politiche agricole Dino Pepe. Il nuovo commissario - ha affermato durante la conferenza stampa di presentazione l'assessore - "rappresenta una figura dalla indiscussa capacità amministrativa e gestionale, dotata di una rilevante esperienza in materia consortile dove ha prestato la propria attività professionale per circa 27 anni. Sono certo che con lui riusciremo a dare un contributo positivo a questo ente. Dobbiamo gestire le tante emergenze che ci sono, il settore idroelettrico in particolare”.

Quello dell’idroelettrico, grazie alla presenza della diga di Chiauci, con molta probabilità sarà il prossimo settore di investimento del Consorzio.

L’11 settembre scorso, in una riunione con le associazioni di categoria, argomenti di discussione sono stati proprio le prospettive future dell’Ente, oltre ai temi dell’emergenza idrica che hanno tenuto banco negli ultimi mesi estivi.

Presenti i rappresentanti di tutte le categorie degli agricoltori, il neo commissario Giampiero Leombroni accompagnato da Guglielmo Boschetti, noto per essere stato, in passato, vicino alle posizioni dell’onorevole Giampiero Catone col quale fu coinvolto in una storia di sponsorizzazioni per le squadre di Castel di Sangro e Virtus Cupello.

Camillo D’Amico della COPAGRI, tiene a sottolineare che i limiti temporali con i quali il neo commissario dovrà lavorare – “il decreto del Presidente afferma chiaramente, che le votazioni per i nuovi organi collegiali dovranno essere svolte entro e non oltre il 13 novembre prossimo, inoltre la scadenza del mandato di Leombroni è stata già fissata per il 31 marzo 2016. Nel decreto non è prevista alcuna figura di affiancamento al commissario”.

Condividi su:

Seguici su Facebook