Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il tendone resta a terra, monta la protesta tra gli iscritti del Circolo Tennis di San Salvo

'Problemi burocratici' fanno slittare la copertura del campo in terra battuta alla Marina

redazione
Condividi su:

Monta la protesta tra gli iscritti del Circolo Tennis San Salvo a causa dei ritardi che si stanno registrando per la copertura del campo in terra battuta della struttura, ubicata nella zona della Marina.

Da più di un mese lo stesso campo è coperto dal nuovo tendone che dovrebbe proteggerlo, per il quale è stata sostenuta una spesa di 23 mila euro di fondi pubblici (la struttura è di competenza del Comune), ma la presenza di “problemi burocratici”, tra autorizzazioni del Demanio e via libera definitivo degli enti interessati, sta determinando una situazione di impasse che inizia a preoccupare ed a far alzare il livello della tensione tra gli appassionati ed i giocatori del sodalizio, impossibilitati a praticare la disciplina tanto amata.

In un scarna comunicazione affissa presso la sede del Circolo, presieduto da Mariano Vicoli, viene evidenziato che “la copertura del campo in terra slitterà di qualche giorno, per cui lo stesso rimarrà impraticabile fino a nuova comunicazione. Adoperandoci per risolvere l'inconveniente (i problemi burocratici di cui sopra, ndr.) ci scusiamo per il disagio”.

Rassicurazioni, considerando il tempo che scorre e la bella stagione ormai lontana, che non soddisfano più diversi iscritti.

Nei mesi scorsi il Circolo Tennis era finito al centro della cronaca per l'episodio del taglio del precedente tendone di protezione al campo, squarciato su due lati (risalente allo scorso mese di maggio). Situazione che ha reso necessaria la sostituzione con una nuova copertura. 

Condividi su:

Seguici su Facebook