Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Alba Adriatica - San Salvo : 3 -1 la partita in diretta

Trasferta vietata per i tifosi biancazzurri

Condividi su:

 

Alba Adriatica - E' tutto pronto per la gara valevole per il campionato di eccellenza fra Alba Adriatica e US San Salvo.

La trasferta è stata proibita con ordinanza sindacale ai tifosi biancazzurri. Pertanto all'ingresso dello Stadio "Luca Vallese" saranno controllati i documenti e inibito l'ingresso ai residenti a San Salvo.

La diretta della partita è offerta dal Winebar Caffetteria Casina Delle Rose.

Ore 14,36 la partita non è ancora iniziata, sembrano esserci alcuni problemi con le distinte, viene chiamato negli spogliatoi il segretario della US San Salvo.

E' davvero esigua la presenza di pubblico anche sulla tribuna dei padroni di casa.

Ore 14,45 l'arbitro continua ad attardarsi nel controllo dei documenti personali dei ragazzi di entrambe le società calcistiche. La gara non è iniziata.

Ore14,49  il direttore di gara Sig. Federico Modesto di Treviso comanda l'inizio della partita.

Nei primi minuti di gara è l'Alba Adriatica che sembra esercitare un leggero predominio territoriale e costruire gioco nella metà campo sansalvese. I bincazzurri dal canto loro si difendono bene e cercano la ripartenza veloce. Ed è proprio Vito Marinelli che su un contrattacco riesce a concludere a rete ma la palla finisce alta.

Al 6 minuto Di Ruocco si invola verso la porta avversaria e viene falciato dal portiere dell'Alba. Chiara occasione da goal per il San Salvo. Il portiere Petrini viene graziato dall'arbitro e punito solo con un cartellino giallo. 

La partita continua con lo stesso copione dei minuti iniziali. Alba che fa il gioco e la difesa sansalvese a controllare. In particolare Daniele Izzi sembra davvero in forma e controlla agevolmente gli attacanti di casa. 

Al 12 minuto l'Alba Adriatica si fa pericolosa con un cross radente che attraversa l'intera area sansalvese ma nessuno riesce ad approfittarne.

Clima surreale ad Alba, la gara si disputa in un silenzio che poco si addice allo sport e ai colori biancazzurri abituati ad essere seguiti e supportati da decine di tifosi festanti.

Al 19 minuto sugli sviluppi di un calcio d'angolo l'Alba Adriatica trova il goal con un bel colpo di testa del numero 5 Sacchetti.

Alba Adriatica 1 San Salvo 0

Alba Adriatica scatenata che colleziona due occasioni: al 22 minuto azione fotocopia del goal, colpo di testa a seguito di un corner e palla che fortunatamente finisce fuori. Un minuto piu tardi è Colanero che riesce a salvare uscendo e afferrando la palla sui piedi di un attaccante che era arrivato a tu per tu con lui.

24 minuto San Salvo in difficoltà, si affida al buon Di Ruocco che semina il panico ogni volta che entra in area avversaria.

28 minuto Vito Marinelli riporta in equilibrio la gara e segna il suo nono goal. La rete di Marinelli avviene sempre a seguito di un calcio d'angolo e sempre di testa. Stavolta naturalmente a parti invertite, con il San Salvo che pareggia.

Alba Adriatica 1 San Salvo 1

Il volto della gara cambia, i sansalvesi prendono coraggio e al 30 minuto è Triglione che prova il tiro a volo da fuori. Il portiere Petrini è attento e neutralizza.

Al 32 minuto Di Ruocco centra lo specchio della porta ma il tiro è debole.

Al 38 minuto viene ammonito Triglione per un fallo commesso a centrocampo.

Al 41 grossa occasione per i San Salvo il solito Di Ruocco in area avversaria lascia partire un tiro cross che un difensore rossoverde riesce a neutralizzare solo sulla linea e a mettere la palla in corner.

43 minuto Di Ruocco per Marinelli in area lascia partire un buon tiro e i difensori dell'Alba, ben 3, murano la porta di Petrini.

Ore 15,35 l'arbitro fischia la fine del primo tempo trascorsi due minuti di recupero.

Ore 15,51 inizia il secondo tempo della partita.

Nei primi minuti è il San Salvo che prende il comando delle operazioni con Di Ruocco e Quaranta.

Ammonito Consolazio al 4 minuto per proteste e il n 11 dell'Alba Spinozzi.

Tanto San Salvo in questi minuti, Rufini inizia a far scaldare i ragazzi in panchina ed in particolare i due nuovi acquisti Conte e Mastrojanni.

Sembrerebbe che l'Alba Adriatica intenda accontentarsi di questo risultato poichè i suoi uomini si attardano e perdono tempo sin dal 10 minuto della seconda frazione di gara. Al 12 minuto Entra Belardinelli ed esce Scaramazza per l'Alba.

Al 14 minuto San Salvo in attacco: giocata di Di Ruocco per Triglione che conclude bene a rete, il portiere Petrini è attento e respinge in angolo.

Al 23 minuto goal dell'Alba Adriatica con Capocasa che raccoglie una punizione battuta dalla tre quarti, stoppa di petto e batte il portiere biancazzurro.

Nel miglior momento del San Salvo l'Alba Adriatica torna in vantaggio. Alba Adriatica 2 San Salvo 1

Mister Rufini non molla toglie un difensore Izzi e butta nella mischia un attaccante il nuovo acquisto Mastrojanni.

Subito pericoloso al 29 lo stesso Mastrojanni scarica il destro dal limite ma non è fortunato. Nulla di fatto.

35 minuto i sansalvesi sembrano stanchi o demoralizzati. L'Alba adriatica controlla agevolmente il gioco e il morale dei padroni di casa si avvantaggia del tempo che scorre e del risultato favorevole.

Al 36 minuto viene sostituito Vicoli nelle fila biancazzurre ed edntra Ramundo.

Al 38 minuto espulso Carlo Triglione per somma di ammonizioni. San Salvo in 10 uomini.

Ancora una sostituzione per il San Salvo entra Conte esce Quaranta. 

Siamo al 40 minuto, il San Salvo colleziona calci d'angolo e rimesse con le mani in fase offensiva. I biancazzurri sembrano voler gettare il cuore oltre l'ostacolo.

Alba Adriatica spietata colpisce in contropiede e porta a 3 le reti con il numero 17 Emili appena entrato al posto di Antonacci.

Alba Adriatica 3 San Salvo 1 

Risultato bugiardo per i valori che si sono visti in campo. Nei secondi finali della gara l'Alba Adriatica mette in scena un pò di melina per far trascorrere il tempo accompagnata da improbabili olè dei suoi sparuti sostentori.

Alle 16,40 l'arbitro dice che può bastare e decreta la fine della partita.

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook