Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Un nuovo allarme bomba, nella galleria tra Fossacesia e Vasto

Il terzo allarme in tre anni, sempre a gennaio. Sospeso alle 17.20 l'allarme.

Redazione
Condividi su:

La circolazione ferroviaria è interrotta tra le stazioni di Fossacesia-Torino di Sangro e di Vasto-San Salvo (linea Pescara/Termoli) dalle ore 14:45 per accertamenti richiesti dall'Autorità Giudiziaria.

E' il terzo anno consecutivo, che si verifica lo stesso fatto in date diverse, ma nello stesso mese, sulla stessa tratta. Nel 2015 era il 7 gennaio (leggi), quando una telefonata arrivata ai Carabinieri di Ortona annunciava la presenza di un ordigno nella galleria che passa sotto Vasto.
L'intensificazione delle procedure di sicurezza è obbligatoria ed è portata avanti dalla Polizia. Le forze dell'ordine sono tenute a far scattare i relativi protocolli. Al di là dell'aspetto operativo, nel bilancio di queste attività ci sono i disagi. Quel giorno, la dorsale Adriatica venne troncata a metà per 4 ore, con agenti della Polfer, artificieri e personale Rfi impegnati nei controlli all'interno della galleria.

Lo stesso era accaduto il 2 gennaio 2014 (leggi), quando una telefonata anonima, arrivata alla stazione di Pescara poco prima delle 17, aveva segnalato la presenza di un ordigno nel tratto compreso appunto, tra le stazioni di Fossacesia e Vasto-San Salvo. Allora rimasero coinvolti centinaia e centinaia di viaggiatori con diversi convogli rimasti fermi.

Sono ripartiti alle 17.20 i treni. Il Freccia Bianca per Bologna Centrale viaggia con oltre 100 minuti di ritardo, il Freccia Bianca per Bari con oltre 400 viaggiatori a bordo anch'esso viaggia con oltre 100 minuti di ritardo, alle 17.50 ha ripreso il suo viaggio dopo il cambio dei macchinisti alla stazione di Vasto-San Salvo.

Condividi su:

Seguici su Facebook