Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Salta il Consiglio Comunale, slittano i tempi di approvazione del Bilancio

Condividi su:

Si è tenuto questa mattina il Consiglio Comunale, in cui era prevista l'approvazione del Bilancio Consuntivo e del Bilancio di Previsione  2016 e degli atti ad esso propedeutici.

Il Presidente del Consiglio Eugenio Spadano, in apertura ne ha proposto il rinvio, facendo riferimento ad un comunicato stampa del gruppo consiliare di SanSalvoDemocratica, nel quale si affermava la irregolarità dei tempi di deposito degli atti, affermando che il deposito della relazione tecnica del revisore dei conti, non è stato contestuale a quello dei documenti contabili, impedendo così alle opposizioni, di poter presentare gli emendamenti necessari. (leggi)

Il Partito Democratico nella persona di Arnaldo Mariotti, ha affermato che "In sede di Consiglio non è stato opposto alcun problema e che dunque se il rinvio deve esserci, ci sarà non per articoli di giornale, ma per la mancanza dei numeri da parte della maggioranza".

Il rinvio è stato dunque votato a maggioranza, con l'assenza in aula delle opposizioni. 

Dopo il Consiglio Comunale, i due gruppi di maggioranza hanno entrambe tenuto una conferenza stampa:

La posizione dell'opposizione

I consiglieri hanno evidenziato il "dilettantismo" dell'attuale amministrazione, che non è in grado di rispettare neanche i tempi stabiliti dal Regolamento comunale. gli atti depositati il 30 marzo, sono stati integrati della relazione del Revisore dei Conti, il 12 aprile. Il consigliere Gabriele Marchese, recatosi al protocollo in tale data ha affermato che gli atti non erano disponibili.

"Non siamo stati messi nelle condizioni utili per poter presentare degli emendamenti" ha affermato Marchese. Arnaldo Mariotti ha affermato che "Il Bilancio senza la relazione del Revisore dei Conti, è un atto interno all'amministrazione, è la relazione che ne garantisce i contenuti". Gabriele Marchese ha chiuso la conferenza stampa, affermando "Chi ha sbagliato? Chi ha riunito un consiglio comunale con i costi conseguenti, sapendo dell'errore commesso? C'è un clima di confusione che fa male alla città".

La posizione della maggioranza

Nella conferenza stampa della maggioranza il sindaco Tiziana Magnacca ha tenuto a precisare che "la relazione del Revisore dei conti è un atto esterno all'amministrazione, i cui termini di presentazione in questi quattro anni non sono mai stati rispettati, con la completa quiescenza delle opposizioni. Nulla avrebbe impedito gli eventuali emendamenti. Ne possiamo dedurre che probabilmente non avessero altre argomentazioni. In quattro anni non è mai stato presentato alcun emendamento. Oggi l'opposizione presenta un problema di forma, non di sostanza. abbiamo dato la nostra disponibilità al rinvio, se hanno idee sulla città avranno il tempo di farlo".

Stefano Di Battista, ha affermato che la maggioranza era pronta a votare il bilancio, condiviso con tutti i consiglieri.

Il presidente del Consiglio Eugenio Spadano, ha affermato di ver voluto il rinvio "Per non creare problemi alla città, ritardando l'approvazione di un documento così importante per la sua crescita, a causa di ricorsi per problemi di forma. E' evidente che l'opposizione necessita di visibilità, per questo si appiglia a qualunque cosa. Bisogna capire se questo comportamento è utile alla città".

I termine entro il quale il Bilancio Consuntivo dev'essere approvato è il 30 aprile, 20 i giorni di deroga a tale termine. I tecnici confermano che il Consiglio Comunale per la sua approvazione, avverrà entro i primi di maggio. Fino ad allora l'opposizione potrà presentare gli eventuali emendamenti.

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook