Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

"La Conversione è un atto libero dell'uomo"

Nuovo incontro dei Seminari di Vita Nuova sul tema della Conversione

Condividi su:

Ieri sera alle ore 20.30 presso la sala parrocchiale San Giuseppe, si è tenuto il quinto incontro del Seminario di Vita Nuova,sul tema della Conversione.         La relazione fatta dalla sorella Milena,si è basata sulla parabola del "Figliol Prodigo"che racchiude in sè tutto il percorso, la bellezza e la grazia della Conversione.                                                              

Questo figlio abbandona la casa del padre,stufo di sottostare alle regole e  alle indicazioni paterne,per realizzare la  sua vita e raggiungere un obiettivo. Ma ha scelto la strada sbagliata poichè  si ritrova schiavo, affamato e bisognoso, lontano dalla famiglia e dal "Padre". Il rimorso, la fame ed il pentimento lo inducono a ritornare a casa, Il padre  lo accoglie a braccia aperte e lo perdona e gli fa festa.

La conversione è necessaria ad ognuno di noi, è un processo che dura tutta la vita. La vera conversione consiste nell'incontro con Dio che è una vera nascita. Soltanto chi incontra il Dio vivente affronta le cose in modo diverso. Gli incontri tra esseri umani spesso,restano superficiali, mentre l'incontro con Dio avviene nel profondo del cuore e dell'anima e lascia una traccia indelebile in tutto l'essere. La conversione è necessaria ogni qualvolta si disattende la parola di Gesù.                               

La conversione consiste nel prostarsi davanti a Gesù e dirgli dal profondo del cuore:voglio lasciar  la vita di un tempo e decidere di seguire i tuoi comandamenti. Decidere di stare dalla parte di Dio è la scelta fondamentale,che presume di chiedersi ogni sera prima di addormentarsi:ho rispettato i comandamenti divini fino in fondo? Che cosa posso fare per amare ancora di più Dio ed il mio prossimo? Dio accoglie tutti coloro che lo adorano sinceramente dal profondo dell'anima,con le azioni e con la loro vita, piuttosto che a parole:Dio ci vuole completamente dedicati a lui.                                  

Dobbiamo chiederci quale sia il ruolo della conversione nella nostra vita: è ricevere la grazia di Dio e ridonarla. Ricevere e dare presume di diventare più umani. Pochi sono quelli che avvertono la vicinanza di Dio, aumentano sempre di più gli atei e gli agnostici.La vita terrena è tutto ciò che hanno. Ma noi cristiani, noi che seguiamo l'insegnamento di nostro Signore, crediamo alle sue parole. Egli ci parla dell'esistenza del Dio vivente, col quale possiamo comunicare mediante la preghiera. Egli ci dice che la via verso la nuova vita ultraterrena è l'amore  verso il nostro prossimo.

Spesso ci poniamo il quesito:credo in Gesù Cristo? Se ci credo,allora devo guardare alla mia vita terrena con occhi diversi,adeguando le mie scelte a ciò in cui credo. Gesù ci dice che incontriamo Dio ogni volta che serviamo il nostro prossimo. La conversione è quindi necessaria ogni volta che disattendiamo l'insegnamento di Gesù e non raccogliamo il suo invito a vivere nel suo nome. La conversione è necessaria quando perdiamo la capacità di amare.   

                     

      

Condividi su:

Seguici su Facebook