Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Costa Teatina, ulteriori possibilità di tutela per gli ambienti di Vasto e San Salvo

Condividi su:
Si arricchirà di altre tre località il sistema delle aree protette della Costa Teatina, nell'ambito del progetto di valorizzazione della zona alla luce della dismissione della tratta ferroviaria Adriatica. Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa in municipio a San Salvo, è stato infatti presentato il progetto di legge regionale ''Disposizioni per l'implementazione della gestione sostenibile, la tutela naturalistica e la valorizzazione degli ambienti costieri di Vasto e San Salvo'' che prevede l'inserimento di ulteriori tre riserve naturali (Casarza di Vasto, Dune di San Salvo e Basso Trigno) nell'ambito di un progetto generale che tende a preservare e caratterizzare un'ampia fascia di alto pregio naturalistico. A sottoscrivere il disegno di legge sono stati i capigruppo della maggioranza di centrosinistra in Consiglio regionale ed il rappresentante del centrodestra del territorio, Giuseppe Tagliente (Forza Italia). Ad illustrare i suoi contenuti c'erano l'assessore regionale all'Ambiente, Franco Caramanico, i consiglieri regionali Walter Caporale (Verdi) ed Alfonso Mascitelli (Italia dei Valori), il sindaco di San Salvo, Gabriele Marchese, affiancato dagli assessori al Turismo e all'Ambiente, Alfonso Di Toro e Osvaldo Menna, gli assessori al Turismo ed alla Pianificazione territoriale del Comune di Vasto, Nicola Del Prete e Anna Suriani, il responsabile provinciale dell'Arci, Lino Salvatorelli, il prof. Carlo Alberto Castellani dell'Istituto nazionale della Forestazione Ambientale e rappresentanti della cooperativa Cogescstre di Penne, che gestisce la riserva naturale di Punta Aderci di Vasto. Tutti hanno posto l'accento sulla condivisione di un intento di valorizzazione e conservazione di un ambiente unico e caratteristico, il più possibile da preservare evitandone l'aggressione edilizia. ''Salvaguardare un tratto di costa unico e splendido - ha rimarcato l'assessore Caramanico - è il nostro obiettivo. Impedire la speculazione è fondamentale. Ora sarà importante anche trovare un'adeguata copertura finanziaria per mettere in campo interventi mirati e concreti utili per il territorio. Un progetto ambizioso in attesa del decollo definitivo del Parco nazionale della Costa Teatina''. Soddisfatti, poi, si sono detti gli amministratori di Vasto e San Salvo per questa ulteriore possibilità di tutela della costa locale. Il disegno di legge, sul quale non dovrebbe mancare un'approvazione unanime da parte dell'intero Consiglio regionale, passerà a breve all'esame della Commissione Ambiente prima di passare in aula per la sua definitiva approvazione. Nei mesi scorsi l'assemblea regionale aveva già dato il via libera alla legge ''Disposizioni per la valorizzazione della Costa Teatina'' nel quale individuate altre fasce costiere destinate ad essere più tutelate con il riconoscimento della qualità di riserve naturali.
Condividi su:

Seguici su Facebook