Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Gerico in Festa, "Se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto"

Questa mattina dolci in piazza San Nicola per sostenere l'Associazione

Condividi su:

Se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto”, queste parole di Padre Pino Puglisi ucciso dalla mafia 23 anni fa, sono state il punto di inizio dell'incontro tenutosi ieri nell'Auditorium Paolo VI a San Salvo, per Gerico in Festa.

Relatore d'eccellenza don Gianni Carozza, parroco della parrocchia di San Marco a Vasto, teologo, biblista, un giovane parroco chiamato a guidare la parrocchia vastese dopo anni di seminario, da formatore, che è stato accolto da don Michele Carlucci e dal diacono Antonio De Luca. Presenti i parrocchiani e il sindaco Tiziana Magnacca con gli assessori Maria Travaglini e Giancarlo Lippis.

Gerico in Festa è stato prima di tutto un giorno dedicato alla riflessione sulla Carità, sui modi in cui essa deve concretarsi. L'Associazione Gerico, nata con Maria Giulia Moretta, per dare sostegno e conforto ai meno fortunati, con opere concrete, continua la sua azione attraverso gli uomini e le donne che con Maria Giulia sono cresciuti. 

Don Gianni, ricordando don Puglisi, "Se proprio non puoi farne a meno predica con le parole", ha affermato che sono gli atti concreti, a riempire i banchi di una chiesa. E i ragazzi di Gerico, offrono atti concreti, perchè "Se ognuno fa qualcosa, allora si può fare molto" come diceva don Pino Puglisi.

Gerico offre servizi di orientamento ai servizi del territorio, assistenza sanitaria per lo svolgimento di piccoli servizi sanitari (iniezioni, misurazione della pressione arteriosa e altro), servizi di doposcuola portati avanti in modo continuativo dai volontari, corso di alfabetizzazione della lingua italiana con una scuola di italiano per stranieri, il disbrigo di pratiche economiche e amministrative nel rapporto con enti che forniscono servizi, compagnia ad anziani e disabili per sostenere le famiglie e donare loro spazi di riposo, lavori di sartoria per lo svolgimento di piccoli lavori di sartoria, ed infine la distribuzione di alimenti, attraverso la distribuzione di pacchi per famiglie in difficoltà.

Un'opera insostituibile, quella dei ragazzi di San Nicola, che non si offre ai riflettori, ma lavora nell'ombra, per evitare a chi in difficoltà, di veder lesa la propria dignità, attaccata dalla povertà in cui l'economia di questo decennio sta gettando migliaia di famiglie.

La parrocchia di San Nicola questa mattina raccoglierà fondi attraverso la vendita di dolci casalinghi, preparati dai suoi parrocchiani, il devoluto servirà a sostenere i servizi offerti dall'associazione Gerico.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook