Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Garanzia Over: 4,7 milioni di euro per incentivare le assunzioni degli over 30

Particolarmente avvantaggiate le donne e gli over 50

Redazione
Condividi su:

Entra nel vivo la programmazione dell’Fse 2014-2020 rivolta ai disoccupati e alle aziende con la pubblicazione, avvenuta il 7 novembre, dell’avviso pubblico “Garanzia Over”, rivolto ai disoccupati di età superiore ai 30 anni. Non ci sono limiti di età massimi, anzi la Regione incentiva con più forza le assunzioni di over 50, dal momento che si tratta di un target difficile da collocare sul mercato in qualunque territorio del Paese. E viene dato maggiore peso alle assunzioni in favore di donne, per cercare di ridurre il divario con gli uomini in tema di partecipazione attiva al mercato del lavoro.

La misura consente anche, e non è secondario, di rafforzare la rete dei servizi per il lavoro, pubblici e privati operante in Abruzzo. Con la Regione collaborano 15 Centri per l’Impiego e 32 Agenzie Private per il Lavoro. In Garanzia Over sono chiamati a svolgere un ruolo determinante: l’accompagnamento al lavoro del disoccupato. E lo devono svolgere nell’ottica del risultato.

Sono previste due linee di intervento.

1) incentivi alle imprese che assumono, variabili dai 6 ai 12 mila euro (più peso a donne e over 50).

2) tirocini formativi extracurriculari di 6 mesi rimborsati all’impresa – ma solo se portano all’assunzione -direttamente dalla Regione. In pratica è l’impresa che paga al disoccupato l’indennità mensile prevista dalla normativa sui tirocini di 600 euro al mese; se però il tirocinio, dopo i 6 mesi, si trasforma in contratto a tempo indeterminato, la Regione rimborsa all’azienda le sei mensilità (3.600 euro).

L’incrocio domanda-offerta.  La selezione dei lavoratori viene compiuta direttamente dall’impresa, on line, attraverso una piattaforma telematica messa a disposizione da Regione Abruzzo.

Ma la selezione può essere a costo zero per il datore di lavoro: possono pensarci in nome e per conto dell’impresa Centri per l’Impiego pubblici e Agenzie private per il Lavoro accreditate da Regione Abruzzo. Se riescono ad incrociare domanda e offerta di lavoro ottengono un premio economico a risultato. Questo premio varia da 1.500 a 2.000 euro per assunzione a tempo indeterminato.

Attenzione ad aree interne e di crisi. La Giunta regionale, per il tramite dell’Assessore Andrea Gerosolimo, investito della delega su lavoro e formazione ma anche su aree interne, ha voluto riservare particolare attenzione al riequilibrio occupazionale nelle zone del territorio che viaggiano ad una velocità minore, sulle quali è dunque necessario far convergere iniziative di rilancio dello sviluppo economico e di politica attiva del lavoro. In Garanzia Over la Regione investe oltre 4,7 Milioni di Euro del Fondo Sociale Europeo. Di questi, quasi 3,2 milioni sono finalizzati all’assunzione di disoccupati residenti nelle Aree interne e nelle Aree di crisi complessa e non complessa. San Salvo rientra in quest'area!

Lo stesso premio di risultato concesso a CPI e APL nel caso di avvenuto incrocio domanda/offerta è più alto nel caso in cui l’assunzione riguardi un abruzzese residente nelle aree interne o di crisi complessa (l’area Val Vibrata-Tronto) o semplice (i Comuni rientranti nei sistemi locali del lavoro di Teramo, Avezzano, Sulmona, Penne, Chieti, L’Aquila con l’aggiunta di Mosciano Sant’Angelo, Morro d’Oro, Gissi, Carpineto Sinello, Casalbordino, Pollutri).

L’avviso non scade mai, è un’opportunità sempre aperta per le imprese, le misure sono attive fino ad esaurimento delle risorse finanziarie. Se otterranno risultati, la Regione troverà altri fondi.

Tempi di avvio:

– i disoccupati possono inserire il loro CV a partire dal 25 novembre nella piattaforma telematica di Regione Abruzzo Borsa Lavoro.

– i datori di lavoro interessati ad assumere possono inviare domanda a partire dal 5 dicembre utilizzando la piattaforma dedicata app.regione.abruzzo.it/avvisipubblici.

Via libera entro 60 giorni.  La quota di burocrazia è ridotta al minimo, la risposta della Regione è veloce, al massimo entro 60 giorni. La domanda si presenta solo on line. Viene riconosciuta una priorità alle imprese che avranno aderito in modo avanzato alla Carta di Pescara, nella direzione dell’industria sostenibile.

(dal sito Abruzzo Sviluppo)

Condividi su:

Seguici su Facebook