Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

“Arretramento statale 16 progetto inutile”

La riflessione di un cittadino

| di Alessandro Dragani
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

In questi ultimi giorni si fa un gran parlare dell'arretramento della SS.16, come se questo rappresentasse l'unico problema esistente nel nostro territorio e nella nostra provincia. E' venuto anche il Presidente della Regione a sostenere il progetto,che rischia di essere  devastante per le colture del territorio e molto costoso/ circa 60 milioni di euro.

Vorrei richiamare l'attenzione degli amministratori,su una considerazione molto semplice: lo spostamento della strada dovrebbe alleggerire il flusso del traffico di qualche giornata del periodo estivo,' quando  si presenta caotico. Questo traffico intenso dura qualche ora, nel resto dell'anno il traffico è normale ,non ci sono ingorghi.Di conseguenza è insensato spendere tante diecine di milioni di euro per un beneficio di poco conto.

Noi cittadini,dei paesi rivieraschi,possiamo ritenerci fortunati di avere delle strade con una  buona viabilità;le nostre strade sono comode  e fra l'altro abbiamo la possibilità di percorsi alternativi,quindi non vedo l'utilità di ulteriori strade.

Gli amministrator Regionali, Provinciali, Comunali e l'Anas dovrebbero  porre più attenzione sulla viabilità del nostro vasto entroterra, formato da qualche centinaio di comuni,che con i loro esigui bilanci, non riescono a fare neanche la manutenzione ordinaria alle loro strade, a dir poco disastrate e difficilmente percorribili in tempi normali, a maggior ragione d'inverno.

Migliorare le strade del nostro meraviglioso entroterra, potrebbe rappresentare un'occasione di sviluppo e di crescita delle comunità residenti in questi paesi, attraverso l'attrazione turistica estiva e quindi, alleggerendo il traffico sulla fascia costiera.

Voglio concludere, rivolgendo un invito agli amministratori interessati, a rivolgere una volta tanto un minimo di considerazione e di attenzione anche a queste popolazioni e questi cittadini, che non hanno la fortuna di abitare nei paesi rivieraschi e che vivono molti più disagi di coloro che devono affrontare qualche ora di traffico intenso nel periodo estivo.

 Queste popolazioni, sono stanche di essere continuamente emarginate e considerate di serie "B".

 

Alessandro Dragani

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK