Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Notte di lacrime e preghiere o di studio disperatissimo ?

Condividi su:
Notte di lacrime e preghiere o notte di studio matto e disperatissimo? Che sia una notte alla Venditti o alla Leopardi, nessuno può sfuggire allo spauracchio della notte prima degli esami. Ed è proprio quella di oggi, la notte prima degli esami, una notte che in qualche maniera segna la vita ed il percorso di tanti studenti. Non saranno da meno gli studenti vastesi e degli altri centri del territorio che domani dovranno cimentarsi con la prima prova della maturità, quella di italiano, comune per tutti gli indirizzi scolastici. Prova alla quale, poi, farà seguito quella di dopodomani, specifica per ogni singolo istituto, in attesa poi del test orale che scatterà dal prossimo 25 giugno. Maturità alle porte, insomma, ed è già da un po' di tempo che è scattato anche il 'tototemi', con le diverse previsioni sulle tracce dei temi. Previsioni sì, ma intanto l'ansia sale. Di consolazione, per chi si appresta ad essere 'esaminato', c'è il riscontro nazionale dello scorso anno, quando ad essere promossi furono 96 candidati su 100, un dato calcolato dal Ministero dell'Istruzione sui 450.000 maturandi dell'anno 2006. Per centinaia di studenti di Vasto e del comprensorio, insomma, è l'ora della verità. Lo stress da esame, intanto, impazza e con esso anche la serie di consigli che da più parti provengono per limitare al massimo tensioni ed ansie e cercare di arrivare in condizioni 'decenti' all'importante appuntamento del percorso scolastico. E non manca, a tal riguardo, una serie di suggerimenti relativi ai piatti da consumare in questa giornata di 'vigilia'. Via libera a pasta, riso, frutta e verdura, uova bollite e latte caldo, limitando o abolendo del tutto il caffè, quello che invece - tradizionalmente - accompagna le notti prima degli esami. Consigliato anche un 'dolcetto' di incoraggiamento... Il resto, poi, dovranno farlo per forza di cose gli studenti, protagonisti assoluti del loro 'destino'. Da parte nostra non resta che augurare in bocca al lupo a tutti!
Condividi su:

Seguici su Facebook