Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

San Nicola, don Michele "Nessuna accordo segreto"

La smentita del parroco della chiesa di San Nicola riguardo alle supposizioni fatte dal Comitato

Condividi su:

Lo scontro per evitare l'abbattimento della chiesa di San Nicola, la cui demolizione è stata approvata dal Vescovo Bruno Forte che presiede il Collegio dei Consultori della Diocesi di Chieti - Vasto, ha avuto inizio il 29 gennaio, con una lettera del Comitato contro la demolizione della chiesa di San Nicola Vescovo, nella quale si affermava "corrono voci alle quali è stata data e trovata conferma, di una valutata intenzione del Parroco della Comunità di S. Nicola V. in San Salvo, Mons. Michele Carlucci, di costruzione di una nuova Chiesa, dislocata su altro terreno e conseguente demolizione dell'attuale Chiesa di S. Nicola V., salone parrocchiale, abitazione del parroco, (riteniamo) per rendere “oggetto di scambio” il terreno su cui insistono ed utilizzare il ricavo per le spese della nuova costruzione". (leggi)

Ed è a queste affermazioni che oggi il parroco don Michele Carlucci vuole rispondere, per ripristinare la verità dei fatti, come ha affermato "Smentisco totalmente le voci circolanti e a me attribuite, della costruzione di una nuova chiesa di San Nicola Vesc., su altro terreno e conseguente demolizione del salone parrocchiale e abitazione del parroco. Dichiaro inoltre che nessun progetto è stato presentato al comune né tanto meno stipulato contratto di scambio di terreno con ditte costruttrici. Ho provveduto, come comunicato in chiesa il 29 gennaio, a far fare dei sondaggi e delle ricerche per comprendere con certezza lo stato di fatto della struttura della chiesa di San Nicola e ho presentato proposta di ristrutturazione o ricostruzione alla Curia, la stessa ha deciso e richiesto, alla CEI un finanziamento per la ricostruzione della nuova chiesa parrocchiale di San Nicola Vesc., data la situazione precaria in cui versa la struttura attuale e la necessità di ingrandirla per l’aumento della popolazione che c’è stata nel territorio parrocchiale, dalla sua costituzione ad oggi". 

Il Comitato per la ristrutturazione della chiesa di San Nicola, ha iniziato una raccolta di firme, per mostrare al Vescovo la contrarietà della comunità di San Nicola all'abbattimento della chiesa, raggiungendo ad oggi oltre mille firme.

 

Condividi su:

Seguici su Facebook