Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il sostegno della società civile al Cireneo

170 commensali riuniti a sostegno della Fondazione che da sollievo a 98 ragazzi affetti da disturbi dello spettro autistico

Condividi su:

Erano in 170 i commensali riuniti ieri sera presso il Palace a sostegno della Fondazione il Cireneo per l'autismo, per 

Una cena di beneficenza, che ha visto protagonisti "5 jeunes Restaurateurs d'Europe", che hanno espresso il meglio della loro arte culinaria per un fine giusto, che vedrà finanziare le numerose iniziative messe in campo dalla Fondazione Il Cireneo a sostegno dei ragazzi affetti da autismo.

Sono 98 i ragazzi che fruiscono della struttura presente a Vasto, 98 ragazzi che grazie alle professionalità lì presenti vivono una vita fatta di integrazione e non di esclusione.

Tutto il ricavato sarà devoluto, grazie al lavoro completamente gratuito offerto dalle decine di maestranze ieri presenti, dai cuochi blasonati, ai camerieri, il personale di cucina, la splendida musica della Piccola Orchestra Underground e le immagini di Costanzo D'Angelo

I cuochi Nicola Fossaceca (ristorante Metrò), Valerio Centofanti (L'Angolo D'Abruzzo), Arcangelo Tinari (Villa Maiella), Leonardo Vescera (Il Capriccio), Danilo Bei (Ristorante Emilio), affiancato dallo chef del Palace Luca Caracciolo, hanno deliziato i commensali con i loro piatti.

La Fondazione attraverso le parole della presidente Germana Sorge, ha ringraziato i presenti, ricordando il duro lavoro svolto in questi anni per offrire alle famiglie e ai ragazzi con disturbi dello spettro autistico, di vivere una vita integrata grazie ad un sistema di tipo riabilitativo-educativo semiresidenziale, che si è sviluppato lungo tutti questi anni, grazie anche al lavoro di Franca Marrollo che per prima ha creduto in un percorso riabilitativo per questi ragazzi.

La Fondazione è in gravi difficoltà economiche, causate dai tagli al sistema sanitario nazionale e regionale, tagli che cedranno presenti in Consiglio Regionale proprio questa mattina i sindaci abruzzesi in segno di protesta. Da qui la costruzione di un progetto come il "Gusto della Bontà", teso a sostenere l'associazione da parte di privati cittadini.

 

 

 

 

 

Condividi su:

Seguici su Facebook