Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

13° vico Savoia, la strada dell’inciampo

La protesta e la delusione dei residenti

Condividi su:

“Abito in questo quartiere dal 1970, se non ricordo male tra il 1977 e il 1978 hanno dovuto rompere l’asfalto per realizzare la rete di gas metano. Una volta conclusi i lavori hanno rattoppato alla buona dove avevano rotto. E da allora non hanno mai messo più mano. In questi 40 anni si sono alternate le amministrazioni di ogni colore politico, ma è sempre la stessa canzone: promesse elettorali prima delle elezioni, l’intervento di qualche tecnico della manutenzione per effettuare dei nuovi rattoppi che poi vanno via con la pioggia, la visita dell’assessore di turno che ci ripete “è in progetto la pavimentazione ma non ci sono soldi”. E nulla più!”.

È questo il senso di delusione e di amarezza espresso da uno dei residenti di 13° vico Savoia che si sono rivolti alla nostra redazione per segnalare i disagi del quartiere.

In questi giorni sono inciampate due persone anziane. Nel quartiere abita anche una signora di 93 anni che si muove o a piccoli passi sottobraccio alla figlia o alla nipote o con una carrozzella quando possibile e con cui deve stare davvero attenta per non ribaltarsi. Spesso anche i bambini vi inciampano. I tombini sono praticamente inesistenti. I lampioni sono vecchissimi e spesso danno problemi. Nel quartiere non ci sono sistemi di derattizzazione e i residenti riferiscono che non vedono mai macchine spazzatrici.

Condividi su:

Seguici su Facebook