Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Lotta di classe 2.0

L'intervento di Angelo Di Pierro

| di Angelo Di Pierro
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

I grandi giornali (quelli dei padroni, che però li leggono gli operai, mah...), i talk show, i dibattiti (si fa per dire) televisivi, sono pieni di Cassandre che annunciano le prossime piaghe d'Egitto, se il governo insiste nel voler fare il reddito di cittadinanza (che a me non piace. Serve il lavoro, non i sussidi) o la flat-tax, seppur mitigata, che neanche questa mi piace, sia chiaro (io farei un'aliquota unica -al 15℅- fino a 50.000 euro, ad esempio, che salvi i ceti popolari e la classe media. Il resto rimanga com'è). Ma il mantra delle suddette Cassandra qual'è? NON CI SONO I SOLDI !!! Ok, sarà come dite voi. Ma se i soldi li prendessimo dove li ha presi Monti per la copertura dei 180 miliardi di debito in più che ci ha lasciato? Oppure dove ha preso i 60 miliardi per finanziare il Fondo Salvastati (cioè salvabanche tedesche e francesi)? Oppure dove ha preso i 20 miliardi per salvare le banche venete e il Monte dei Paschi? Che dite? Se li prendessero negli stessi posti, si può fare?

LOTTA DI CLASSE 2.0.  Non la fanno più i ceti subalterni per rivendicare diritti e conquistare condizioni di vita migliori. L'ha scatenata il Capitale contro il lavoro, e la sta vincendo. Si chiama Neoliberismo. La globalizzazione non è un processo ineluttabile della storia. L'ha creata il capitale, con la complicità della politica che si è fatta mettere sotto schiaffo, in cambio di pochi privilegi per le classi dirigenti. Se domani ripristini il controllo sui movimenti di capitali (com'era fino a quando il destino dei popoli lo decideva la politica, non la finanza), un attimo dopo la globalizzazione non esiste più. Se ripristini la separazione tra le Banche d'affari (speculative) e quelle commerciali (che finanziano l'economia reale), come aveva fatto Roosevelt nel 1933 con il Glass-Steagall Act, per mettere la mordacchia alla finanza che aveva provocato il crack del 1929, una crisi che sconvolge il mondo, come quella del 29 o del 2008, non si verificherebbero più. Se la facoltà di creare moneta, ed esserne proprietario lo riconsegni nelle mani degli Stati, invece che lasciarla nelle mani delle banche private, non ci sarebbe la scarsità di moneta che c'è (per la moltitudine dei cittadini) e una scandalosa concentrazione di ricchezza nella mani di pochi. Tutto, ma proprio TUTTO quello che avviene in economia, avviene perchè qualcuno ha deciso così. L'economia non è governata dalle leggi della fisica o della matematica, ma dalle scelte della politica. Se non capiamo questo, vuol dire che meritiamo di tornare ad essere servi della gleba (come vorrebbe, e ci sta riuscendo, il Capitale) e non più cittadini.

Angelo Di Pierro

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK