Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Il Comitato Protrignina, "Organizzare uno sciopero per il raddoppio della Trignina e la sicurezza stradale"

Condividi su:

Si è svolto venerdì scorso 7 dicembre il primo congresso regionale dell'associazione Comitato Protrignina Abruzzo e Molise nella sala Leone Balduzzi della Casa della Cultura Porta della Terra. All'assemblea hanno partecipato diversi associati del comprensorio, automobilisti di Vasto, San Salvo, Palmoli, Schiavi D'Abruzzo, Torrebruna, Carunchio e Montagano in provincia di Campobasso oltre alla partecipazione dell'amministrazione comunale rappresentata dall'assessore alla Polizia Municipale Fabio Raspa e dal vicesindaco e assessore alla cultura Maria Travaglini che ha portato i saluti del sindaco Tiziana Magnacca impegnata alla Prefettura di Chieti per il saluto al Prefetto Corona. Nel corso del congresso, oltre i punti all'ordine del giorno, sono state votate tre mozioni. La prima consiste nel coordinare ed organizzare una manifestazione interregionale con uno sciopero a favore del raddoppio della strada statale Trignina e per la sicurezza stradale, necessaria in seguito ai numerosi casi di incidenti avvenuti. L'ultimo è avvenuto lo scorso 28 novembre tra una Fiat panda e un autobus in cui ha perso la vita Ilaria Mastroberardino, 30enne originaria di Tufillo.

"La seconda mozione consiste nell'adoperarsi per bilanciare gli scarsi servizi che noi automobilisti riceviamo", afferma il presidente Antonio Turdò, "tempi lunghi per passaggi molto onerosi e bolli salatissimi per strade ridotte a delle mulattiere", continua, "La terza è partecipare attivamente alle prossime elezioni regionali con una lista del Comitato contro la partitocrazia di destra, centro e sinistra oppure presentare in una lista civica un candidato per ogni provincia affinché si possa gettare le basi per un ingresso nelle Istituzioni finalizzato alla tutela della categoria sia in termini di sicurezza stradale, infrastrutture logistiche e assistenza diretta per i danni da cinghiali e animali selvatici", conclude Turdò. Al congresso erano presenti anche i delegati nazionali Giuliano Di Salvo di Isernia e Maurizio Galluppo di Campobasso.

Condividi su:

Seguici su Facebook