Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Limite di velocità sulle strade troppo dissestate: mezzi pesanti e radici degli alberi

Condividi su:

Limite di velocità sulle strade troppo dissestate. E' la misura decisa dal Comune per evitare incidenti e limitare le richieste di risarcimento danni. E' in vigore, a partire da oggi, in via Strada Istonia, dall'intersezione con la rotatoria di via Cavour e fino all'intersezione della rotatoria con via Discobolo, e in via Sandro Pertini, nella zona artigianale, il limite massimo di velocità a 30 km/h. Una misura che si è resa necessaria per dare una risposta, almeno parziale, al disagio che automobilisti, ma anche pedoni, manifestano da diverso tempo.

Il limite di velocità per tutti i veicoli in transito sulle predette strade è segnalato dall'apposizione di appositi cartelli stradali integrativi recanti la scritta "attenzione strada dissestata" e "pericolo", "poichè sui predetti tratti di strada la pavimentazione stradale presenta innumerevoli parti con scadimento delle originarie caratteristiche, acuitesi anche a seguito del notevole transito veicolare di mezzi pesanti", si legge nell'ordinanza firmata dal comandante della polizia Locale, Vincenzo Marchioli, su richiesta del responsabile del servizio manutenzione Franco Masciulli, "che hanno determinato deformazioni e avvallamenti che rendono difficoltoso il transito veicolare rappresentando un costante pericolo per la circolazione stradale". 

In realtà, anche a seguito delle segnalazioni fatte dai cittadini, sembrerebbe che la causa di tali dissesti sia riconducibile alle radici dei numerosi alberi di pino domestico che sollevano il manto stradale e che sono dislocati lungo gran parte del tracciato delle strade oggetto dell'ordinanza. Circostanza che viene confermata da alcuni avvocati che, nel corso degli anni, hanno avviato diversi procedimenti civili contro il Comune per risarcimento danni dovuti sia alla caduta di pigne sulle auto parcheggiate nei pressi della rotatoria di via Cavour, e sia per le lesioni patite dai loro assistiti in seguito a cadute poiché il dissesto del manto, anche all'interno della villa, può rappresentare un'insidia o trabocchetto.

"Il Comune di San Salvo è sollevato da qualsiasi responsabilità per eventuali danni a veicoli a persone e cose derivanti dalla inosservanza della presente ordinanza", continua la nota. Fino a quando resterà in vigore il limite non si sa: "L'ordinanza resterà valida fino alla revoca della stessa". Una questione complessa di non facile soluzione che tira in ballo sia aspetti ambientali e del verde pubblico oltre che aspetti relativi alla circolazione stradale e alla viabilità. Tuttavia il problema che oggi viene affrontato con una soluzione d'emergenza richiederebbe un intervento più articolato, su cui il Comune è chiamato a intervenire.

Condividi su:

Seguici su Facebook