Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Fare industria turistica non significa riempire una piazza a Ferragosto

Chi paga per la pulizia e manutenzione della spiaggia libera?

Condividi su:

Stavo scrivendo un articolo sul nostro turismo e sulle celebrazioni che sembra farne l'amministrazione comunale sansalvese che si vanta di fare turismo a costo zero. Poi ho notato che l'ex Presidente del Consiglio della Provincia di Chieti Agostino Monteferrante aveva divulgato una nota sul suo profilo social e poichè sostanzialmente dice gran parte di quel che io volevo dire e lancia una proposta interessante, ve la riporto integralmente. Aggiungo solo che se proprio si vuol ancora investire sul mattone è necessario anzitutto dare una sistemata al lungomare che è ancora quello fatto da Lillino.

"Diario dell’ombrellone . (Post lungo e impopolare di fine stagione ) Fare turismo , fare industria turistica, non significa riempire una piazza a ferragosto. Pure una zampogna asincrona fuori stagione riempirebbe una piazza a ferragosto. L’industria turistica crea reddito per almeno sei mesi l’anno. Per fare industria turistica servono strutture , investimenti, servono un sacco di cose, tanto che per numero e livelli di investimenti sono diventate un alibi per fare poco . Sicché siamo a , la città è abbastanza pulita, le manifestazioni sono abbastanza divertenti , il verde abbastanza curato . Con abbastanza non andiamo da nessuna parte e continueremo ad accontentarci del turismo che abbiamo. Panini sotto l’ombrellone sulla spiaggia libera, spettacoli così così gratis per tutti. Posso avere un bicchiere d’acqua? Con questo turismo qui, ci campa qualche decina di famiglie. Punto. Vogliamo fare l’industria turistica? Non possiamo fare tutto perché non ci sono i soldi? Cominciamo a fare ciò che possiamo. Mettere a reddito ciò che abbiamo. Sono stati piantati 100000 ombrelloni da giugno a settembre nelle spiagge libere? Tra mattino e pomeriggio. Si . Un euro l’uno. Il prezzo di un caffè. A noi quella spiaggia libera costa una fortuna . Pulizia bagnini , smaltimento rifiuti . Una fortuna . Quanto rende? Zero . Non va bene . Un euro ad ombrellone sono 100000 euro l’anno , per coprire i costi , farci qualche concerto serio, riempire il lungomare di fiori . Ci potrebbero lavorare parecchi ragazzi . Paghi , prendi l’ombrellone “città di san salvo “un ragazzo te lo pianta , quando vai via si mette a posto. Se te lo porti da casa te lo pianti da solo . Finisce la commedia che agli stabilimenti controllano i cm e a fianco gli ombrelloni liberi stanno piantati in acqua con tavolini da picnic, sdraio e frigo . E basta . Alzare il livello . La spiaggia l’abbiamo per fortuna naturale . Deve produrre reddito per tutti i cittadini sansalvesi . Libera si ma i servizi qualcuno deve pur pagarli . Non possiamo permetterci più di regalarli per poi dire che non ci sono soldi per un cartellone estivo decente o per infiorare il lungomare."

Condividi su:

Seguici su Facebook