Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

Antonio Palumbo, 8 anni da San Salvo, a Milano tra i mille batteristi del Rockin1000

Condividi su:

Da Vasto alle piste di Milano Linate per suonare con la Rockin'1000: “Io, tra i mille musicisti della rock band più grande del mondo”. La storia del vastese Antonio. “Suonerò a Milano per un concerto indimenticabile”

Vengono da ogni parte del mondo, i musicisti che suoneranno al Rockin’1000 di Milano davanti a migliaia di persone. Ci sarà anche un vastese. Stiamo parlando di Antonio Palumbo, 8 anni, batterista, che, il prossimo sabato 12 ottobre, sarà a Milano, al Linate Air Show, insieme ad altri 999 musicisti per un concerto davvero speciale.

In vista di uno dei concerti più suggestivi al mondo, poiché composto da ben mille musicisti, Antonio Palumbo racconta come nasce l’iniziativa e come si è preparato all’evento.

Da dove nasce “Rockin’1000”?
“L’iniziativa nata nel 2015, dall’idea di Fabio Zaffagnini di fare arrivare i Foo Fighter a Cesena. Per riuscire nell’intento Zaffagnini aveva coinvolto mille persone per suonare la canzone “Learn to Fly”, girando un video e inviandolo a Dave Grohl, voce del gruppo. Incredibilmente, i Foo Fighter, accolsero l’invito di buon grado e suonarono a Cesena.
Da quel momento, ogni anno, vengono organizzati uno o più ritrovi con mille musicisiti da tutta Italia, ma anche dal mondo”.

Quale strumento suoni?
“La batteria acustica".

Cosa fai nella vita? 
Nella vita sono uno studente di scuola elementare, precisamente frequento la quarta. Oltre alla scuola di musica individuale e a quella d'insieme svolta alla Music Player Academy Vasto di Piero Garone in collaborazione con il docente Davide Marcone che mi sostiene e mi forma da ormai 4 anni, mi alleno 2 volte settimana in una scuola calcio locale "Sporting San Salvo". Amo il calcio, sono un vero tifoso dell'Inter.

Come si fa ad essere tra i partecipanti?
“Si deve passare attraverso una selezione, inviando un proprio video dove si suona dal vivo, senza modifiche. Dopodiché i “guru” dell’iniziativa decidono chi farà parte della band, se si viene accettati si ha il diritto di iscriversi agli eventi.
Non so esattamente in quanti si sono candidati quest’anno, ma sicuramente più di mille (il numero massimo), almeno 6 mila. Arrivano da tutto il mondo. All’inizio era un fenomeno solo italiano e poi ha preso piede".

Come si può preparare un concerto composto da mille musicisti?
“Nel corso dei mesi precedenti, gli organizzatori inviano ai partecipanti i tutorial sul concerto. Noi studiamo le nostre parti. Fondamentale ed impegnativa è la preparazione, perché avviene autonomamente e si verifica e perfeziona il tutto, con gli altri 999 musicisti, solo nei tre giorni di prove precedenti al concerto, ma ne vale la pena”.

Quali pezzi suonerete?
"Foo Fighters, Rollin Stones, Pink Floid, Nirvana, Led Zeppelin, J. Hendrix, Mark Ronson, AC-DC, solo per citarne alcuni.
In totale 18 pezzi, per 2 ore di concerto". 

Cosa ti aspetti da questa esperienza? 
«Sicuramente è un evento pazzesco. È la prima volta che partecipo al Rockin’1000, sarà incredibile suonare con 1000 musicisti da tutto il mondo. Oltre a me, ci saranno 249 batterie, sarà meraviglioso”.

La band è composta da 1000 musicisti che provengono da ogni parte del mondo, ma lui sarà l’unico che proviene da Vasto.

Condividi su:

Seguici su Facebook