L’importanza di seguire regole restrittive per rallentare l’avanzata del virus

L’esempio della Cina che ha visto diminuire i contagi di Covid-19

| di Marica Marietti
| Categoria: Attualità
STAMPA

In questi giorni si parla solo di coronavirus, la paura è molta e le notizie che circolano appaiono allarmanti. È fondamentale, però, capire l’importanza delle disposizioni emanate dalle autorità per poter sconfiggere l'avanzata del virus, anche se sembra difficile.

In Italia il primo caso di Covid-19 risale a circa 15 giorni fa. Da quel momento nelle zone interessate dal fatto, si è iniziato gradualmente a prendere precauzioni. Il Governo man mano ha dato ordini validi per tutto il Paese e tra qualche giorno si potrà iniziare a capire se queste misure siano state efficaci. Per ora sappiamo solo che l'Organizzazione Mondiale della Sanità ha elogiato pubblicamente il Governo e Mattarella per le scelte, esprimendo solidarietà verso la nostra nazione e aggiungendo che "l'Italia sta regaendo energicamente".

In Cina, dove l’epidemia è arrivata prima, la quarantena è molto stretta. Nella regione dello Hubei, la zona maggiormente interessata dal coronavirus, le persone sono totalmente isolate da un mese e mezzo e in totale i contagi avvengono da circa tre mesi. Da molte settimane 50 milioni di abitanti non possono uscire nemmeno dai complessi residenziali in cui abitano. Ma queste misure così forti stanno aiutando l’epidemia a rallentare, come nel resto della Cina. Sembra che i casi di contagio in alcune zone siano pari a zero e tra pochi giorni si prevede un lento ritorno alla normalità. La maggior parte delle province cinesi ha abbassato il livello di allarme, le aziende ricominciano a lavorare, in qualche regione riaprono le scuole. Ma per arrivare a questo, sono stati costretti a seguire ogni norma, senza mai abbassare la guardia.

È necessario per noi, ora, stringere i denti, fare piccoli sforzi, pensare agli altri oltre che a sé stessi e fare la propria parte. Non uscire se non strettamente necessario, evitare viaggi, strette di mano, baci e abbracci, feste e assembramenti di persone, lavarsi correttamente e spesso le mani insieme a tutte le altre disposizioni date dal Governo. Alcune di queste possono sembrare indicazioni esagerate o difficili da seguire ma bisogna comprendere che sono fortemente necessarie. Solo così tra qualche tempo si tornerà alla vita di sempre, magari con delle consapevolezze in più e la voglia di godersi i bei momenti con la famiglia e gli amici senza paura.

Marica Marietti

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK