Spazio Aperto è uno spazio offerto alla città, alle associazioni, agli enti, a quanti intendono partecipare alla vita sociale e culturale del territorio. Scopri di più.

Contagio, ancora una volta l'Italia è lasciata "sola"

| di Alessandro Dragani
| Categoria: Attualità | Articolo pubblicato in Spazio Aperto
STAMPA

Ancora una volta l'Italia è stata lasciata sola, come in altre circostanze, ad affrontare il tragico problema del COVID - 19.

Il nostro paese in questi ultimi giorni ,sta vivendo una tragedia di grande proporzione;  solo l'impegno costante,il sacrificio e la dedizione di tutto l'apparato sanitario, sta mitigando in qualche modo le sofferenze e le paure delle persone,in modo particolare nel nord del nostro paese.

Ascoltiamo continuamente che ci sono carenze e mancanza di attrezzature,di materiale sanitario, di personale e di posti  letto;ciononostante il lavoro di cura e di prevenzione, vanno avanti in modo encomiabile, che ridà fiducia e speranza a tutti i cittadini.

Tutto il popolo Italiano si sarebbe aspettato un' attenzione maggiore da parte degli stati europei ,soprattutto da quelli che si dichiarano amici e fratelli degli italiani.

Niente di tutto questo, alcuni stati nostri confinanti, hanno immediatamente chiuso le frontiere, in entrata e in uscita e hanno ignorato la richiesta di aiuto dell'Italia,

Il materiale sanitario se lo sono tenuti e custodito gelosamente e addirittuira hanno impedito alle frontiere il passaggio di questo materiale verso il nostro paese.

Cosa  ci si può aspettare da paesi e popoli che in passato hanno  dominato e massacrato le popolazioni.,della nostra amata e bellissima" PATRIA".

Questa è l'ultima dimostrazione, che in quei popoli prevale il disprezzo e la noncuranza nei nostri confronti.

Abbiamo affrontato e risolto i nostri problemi sempre da soli( VEDI PROBLEMA MIGRANTI)ed altri di carattere politico, economico e sociale.

In coro diciamo: GRAZIE! FRANCIA! GRAZIE GERMANIA! GRAZIE  AUSTRIA! E grazie a tutti coloro che erano obbligati a dare sostegno e aiuti e non l'hanno fatto.

Io sono un convinto assertore dell' unità e della solidarietà tra tutte le genti,di culture,di colore e di provenienza diversa.

Sentivo il bisogno di esternare questo mio  personale pensiero, per amore e rispetto del mio "PAESE".

Ancora una volta, con la nostra ferrea volontà e le nostre forze usciremo da questo tunnel.

A.Dragani

Alessandro Dragani

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK