Partecipa a SanSalvo.net

Sei già registrato?

Accedi con e-mail e password

In tanti a rivendicare meriti per l’ insediamento di Amazon, adesso per concretizzare tutti devono remare nella stessa direzione

Condividi su:

Tutto è bene quel che finisce bene, speriamo. 
Sono in tanti a rivendicare i meriti per l'insediamento che Amazon ha deciso di realizzare a San Salvo: chissà perché?
E’ ancora presto per apporre medaglie sul petto.
Ad oggi si è conclusa solo la prima parte della procedura, che è quella della vendita dell'ex autoporto ad una società di servizi che acquisisce strutture dismesse e individua aree per la realizzazione di piattaforme logistiche da immettere sul mercato.
Ora bisogna fare molta attenzione affinché l'investimento venga realizzato secondo quanto annunciato ed in particolare ai tanti posti di lavoro che si creerebbero.  
La sempre più crescente richiesta di lavoro ha innescato una aspettativa non indifferente nell'opinione pubblica che a ragione vorrebbe che questa opportunità si concretizzasse.
L'augurio è che il tutto possa procedere nel migliore dei modi: perdere questa occasione sarebbe stata una iattura per San Salvo e per l'intero territorio. 
Fatta questa premessa è bene fare alcune precisazioni utili alla collettività.
Questa operazione inizialmente aveva due limiti: rischiava di passare sulla testa dell’intero territorio e di saltare per vizi e difetti amministrativi e procedurali.
Dismettere un bene pubblico della regione come l’autoporto non può essere fatto con un provvedimento monocratico del Presidente della Regione ma è necessario un atto deliberativo dell’organo assembleare: è come se il Sindaco volesse vendere il centro culturale senza avere il mandato del consiglio comunale.
L’aver a suo tempo evidenziato questi aspetti è servito a ricondurre il tutto nella giusta direzione.
Questa vicenda, nel suo complesso, ha mostrato molti limiti e tanti opportunismi da parte di chi ha ruoli e responsabilità di governo.
A costoro vorrei ricordare che i processi di crescita e sviluppo del nostro territorio vanno governati con coraggio, intelligenza e lungimiranza.
Ora è compito di tutti remare nella direzione giusta e lavorare affinché San Salvo e il suo territorio concretizzino questa grande opportunità.

Condividi su:

Seguici su Facebook