San Gennaro sì, San Vitale no. La provocazione di alcuni cittadini di San Salvo riguardo l'annullamento del "Fuoco di San Tommaso"

| di Marica Marietti
| Categoria: Attualità
STAMPA

Il 20 dicembre per San Salvo non è una data qualunque. Il 20 dicembre San Salvo inizia a vestirsi per le Feste, si addobba e si scalda, si anima con la storia e le  tradizioni che rivive grazie al Fuoco di San Tommaso, la celebrazione che ricorda l'arrivo delle spoglie del patrono della città, San Vitale, a metà del XVIII secolo.

Quello di quest'anno, però, sarà un San Tommaso anomalo. Più spento e meno vissuto. Il covid ha bloccato anche questa nostra rievocazione. 

Ma, nonostante il Comune abbia pensato di rendere social e digitalizzare la manifestazione condividendo sui social un filmato, i cittadini si domandano per quale motivo non si sia trovata una soluzione "reale" per continuare la tradizione e qualcuno apre un dibattito: "Se è stato possibile ripetere la cerimonia della liquefazione del sangue di San Gennaro perché non è possibile rievocare anche il fuoco di San Tommaso anche solo simbolicamente?".

Marica Marietti

Contatti

redazione@sansalvo.net
WWW.SANSALVO.NET -
tel. 333.6506972
fax 0873.549800
Via Duca degli Abruzzi, 54
66050 - San Salvo
Accedi Invia articolo Registrati
Cittanet
Questo sito utilizza cookies sia tecnici che e di terze parti. Continuando la navigazione acconsenti al loro utilizzo - Informativa completa - OK